Quantcast

Piazza Affari

Il governo e la Consob chiedono a Euronext più autonomia per Borsa Italiana

Secondo il quotidiano tedesco Boersen Zeitung, l’esecutivo sembra voler fare pressione per delle ulteriori concessioni, così come la Consob. Il che pare confermato dalle parole del ministro dell'Economia e delle Finanze Franco: “opportuno prendere in considerazione gli interessi economici dell'Italia e di Borsa Italiana”, e da quelle del presidente Consob Paolo Savona, che tiene ad assicurare “l'autonomia operativa di Borsa Italiana e la sua crescita”

Cassa Depositi e Prestiti  lancia un social bond green

La sede di Piazza Affari a Milano

L'Italia chiede concessioni a Euronext. Lo afferma il quotidiano "Boersen Zeitung", che aggiunge come non sia ancora stato approvato il progetto di acquisizione della Borsa di Milano da parte di Euronext e Roma intenda "ricavarne di più", chiedendo "un aumento dell'autonomia". Non scemano, infatti, le critiche in Italia per l'acquisizione di Piazza Affari da parte di Euronext. A premere per le concessioni sarebbero il governo e la Consob. L'esecutivo, come riferisce il quotidiano "Boersen Zeitung" intenderebbe ottenere di più per l'Italia rispetto a quanto previsto dalla proposta di acquisizione di Borsa Italiana da parte del polo borsistico francese Euronext. Recentemente, il ministro dell'Economia e delle Finanze Daniele Franco ha sottolineato la necessità di dare più peso agli "interessi italiani". In considerazione della "significativa partecipazione" in Euronext di Cassa depositi e prestiti e della banca Intesa Sanpaolo. In particolare, Franco ha affermato che è "opportuno tenere conto degli interessi economici dell'Italia e della borsa italiana". La questione sarebbe anche nell'agenda del consulente economico di Draghi, Francesco Giavazzi. Il progetto, la cui realizzazione dovrebbe concludersi entro fine marzo, è in ritardo. La Consob non ha ancora concesso l'autorizzazione, e il presidente Paolo Savona ha affermato che tiene ad assicurare “l'autonomia operativa di Borsa Italiana e la sua crescita”. 

Intanto, la questione sarà oggetto di dibattito in Parlamento. Il senatore di Fratelli d'Italia Adolfo Urso, vicepresidente del Comitato parlamentare per la sicurezza della Repubblica (Copasir), chiede più autonomia per Borsa italiana e le sue controllate, più funzioni operative a Milano nonché impegni di opportunità di lavoro e investimenti e, se necessario, il veto di Roma contro la vendita a Euronext. A sostenere le richieste di Urso sono soprattutto Lega e Forza Italia, parte del governo. Si registra poi l'appoggio di alcuni esponenti del Movimento 5 stelle.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo