Quantcast

Borsa

Hsbc alza il target price su Intesa a 2,70 euro

Secondo l’analista Domenico Santoro, il titolo beneficerà tra l’altro della nuova ondata di investimenti pubblici del governo Draghi, dell’indirizzamento dei depositi verso prodotti Aum, del contributo di Ubi non incluso nella stima degli utili netti

Intesa Sanpaolo conferma trattative su Utp

Un’analisi di Hsbc su Intesa Sanpaolo alza il target price a 2,70 euro dai precedenti 2,50, quando il prezzo corrente al 7 aprile era di 2,30. L’analista Domenico Santoro vede Intesa come «il nostro titolo preferito in Italia, in quanto lo consideriamo una proxy della nuova ondata di investimenti pubblici che ci aspettiamo che il governo Draghi inneschi, così come per la nostra aspettativa che i depositi (in forte crescita in Italia a causa della pandemia) vengano indirizzati verso prodotti Aum». Per quanto riguarda l’aumento delle stime, l’analista di Hsbc precisa: «Aggiorniamo il nostro modello per tenere conto della vendita di filiali dopo che l'azienda ha rilasciato le sue cifre rideterminate l'8 aprile per riflettere il cambiamento del perimetro di consolidamento. Pertanto, le nostre nuove stime non sono paragonabili a quelle vecchie, poiché in precedenza avevamo eliminato il contributo delle filiali come voce negativa sulla linea delle minoranze». Per quanto riguarda gli utili: «La nostra stima degli utili netti per il 2021 (prima della cedola AT1) di circa 4 miliardi di euro è ben al di sopra dell'obiettivo della società di 3,5 miliardi, che crediamo non includa alcun contributo di Ubi». Per quanto riguarda il valore delle azioni: «Il principale catalizzatore per l'azione, a nostro avviso, rimane una maggiore visibilità sulla storia dei dividendi, che dipende dalla decisione della BCE se rimuovere il suo divieto di dividendi nel settembre 2021».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo