Quantcast

asset management

Candriam lancia un fondo sui settori legati alla sanità

L’universo di investimento è costituito da società quotate ad alta capitalizzazione, operanti anche negli ambiti farmaceutico, biotecnologico, delle bioscienze e delle attrezzature e delle tecnologie sanitare

Da Ing 400 mila euro per nuovi macchinari sanitari

Candriam lancia il fondo Candriam Equities L Life Care, comparto della sicav lussemburghese di Candriam equities L, gestita da Candriam Luxembourg. Il prodotto investe a livello globale in una serie di sotto-settori legati alla sanità, tra cui il farmaceutico e le biotecnologie, la tecnologia medica e le bioscienze.

Il fondo va ad ampliare la gamma di soluzioni della società dedicate al settore sanitario, che comprende diverse strategie specializzate in ambito healthcare, con aum totali superiori a 4,5 miliardi di dollari. Il settore sanitario è un tema secolare di crescita, che beneficia delle seguenti tendenze e caratteristiche 

  • Invecchiamento: l’invecchiamento della popolazione genera una domanda strutturale in tutti i sotto-settori dell’industria legata alla salute, poiché la maggior parte delle spese sanitarie viene effettuata dopo i 60 anni.
  • Innovazione: l’innovazione in ambito sanitario non si ferma mai, basti pensare all’avvento di nuove tecnologie, al miglioramento dei metodi di sviluppo dei farmaci, alla rivoluzione genomica e alla chirurgia assistita da robot.
  • Mercati emergenti: l’healthcare è ancora nella sua fase di sviluppo nei mercati emergenti, dove si registra un continuo miglioramento sul fronte dell’accesso alle cure e delle assicurazioni sanitarie.
  • Bassa ciclicità: la sanità è sempre una necessità, pertanto è un settore meno esposto allo scenario economico.
     

L’invecchiamento della popolazione e lo sviluppo economico sono due tra i più potenti driver dei consumi in ambito sanitario. Le Nazioni Unite stimano che entro il 2050 la popolazione globale oltre i 60 anni raggiungerà i 2,1 miliardi di persone, un aumento di oltre il 100% rispetto al miliardo di ultrasessantenni registrato nel 2017. Inoltre, esiste una correlazione positiva tra la spesa sanitaria e l’aumento del Pil pro capite.

Sebbene l'healthcare rappresenti un’opportunità di crescita in tutto il mondo, sono soprattutto i mercati emergenti a offrire interessanti prospettive per quanto riguarda le dinamiche a lungo termine. Si stima che la spesa sanitaria pro capite della Cina, dopo essere aumentata con un tasso di crescita annuo composito (cagr) dell’8% dal 2014 fino al 2018, continuerà a salire con un cagr pari al 7% fino al 2023.

La spesa pro capite nel settore sanitario in Cina ammonta a soli 647 dollari Usa, mentre negli Stati Uniti è 17 volte tanto, per un totale di 11.162 dollari pro capite. L’invecchiamento della popolazione del Paese combinato con il progressivo aumento della ricchezza stimolerà la crescita di un mercato non ancora pienamente esplorato.

Il fondo è gestito attivamente con un approccio di tipo bottom-up, basato su una ricerca approfondita e sulla piena comprensione sia dei dati clinici sia degli sviluppi della tecnologia medica.  I gestori usano un processo di investimento differenziato fondato su un’expertise ultraventennale in ambito biotecnologico, che gli permette di effettuare una valutazione clinica approfondita di un farmaco o di una tecnologia in pipeline.

L’universo di investimento è costituito da società quotate attive nel settore healthcare, che comprende anche gli ambiti farmaceutico, biotecnologico, delle bioscienze e delle attrezzature e delle tecnologie sanitare, con una capitalizzazione di mercato superiore a 250 milioni di dollari Usa.

Il fondo non ha un bias regionale, di stile, dimensione o patologia e sarà gestito da Rudi Van den Eynde (lead portfolio manager) (in foto), head of thematic  global equity, e Servaas Michielssens, phd e cfa; entrambi con vasta esperienza in ambito healthcare. I due gestori si affidano a un team di analisti che ha alle spalle un’esperienza complessiva di 28 anni nella ricerca medica fondamentale.

L'obiettivo è sovraperformare l’indice di riferimento Msci World Net Return e sia ben posizionato tra i fondi globali con focus in questo ambito. Il Fondo sarà registrato per la distribuzione in Lussemburgo, Austria, Svizzera, Germania, Spagna, Francia, Gran Bretagna, Italia e Paesi Bassi.

“È un momento straordinario per lanciare il Candriam Equities L Life Care", commenta Van den Eynde, "soprattutto grazie ai grandi progressi a cui stiamo assistendo nella tecnologia medica. Ci impegneremo a individuare per i nostri investitori le aziende con un elevato potenziale di crescita nell’ampio spettro del settore sanitario. Con la sua profonda expertise e 20 anni di esperienza nella gestione di strategie globali in ambito heatlhcare, il nostro team è molto ben posizionato per capitalizzare sulle ultime tecnologie.” 

Il cio dell'azienda, Vincent Hamelink, aggiunge: “L’invecchiamento della popolazione, lo sviluppo economico e nuovi trattamenti innovativi determineranno un’ulteriore crescita del mercato healthcare, il nuovo fondo Candriam Equities L Life Care è progettato per offrire agli investitori un’opportunità di diversificazione unica nel suo genere.”

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo