Quantcast

Banche

Gruppo Bpl, E' nata la banca specialist per Pmi e professionisti

La nuova realtà è frutto dell’acquisizione da parte di Banca Privata Leasing del 100% di Adv Finance, Procredit e Adv Family e si distingue per soluzioni quali i finanziamenti (leasing e mutui), i prestiti (cessione del quinto) e i conti deposito online

Gruppo Bpl, E' nata la banca specialist per Pmi e professionisti

Paolo Caroli, amministratore delegato del Gruppo BPL

Dopo l’acquisizione da parte di Banca Privata Leasing del 100% delle società operative nella cessione del quinto Adv Finance, ProCredit e Adv Family, è nato il nuovo Gruppo Bancario Bpl controllato per l’85,99% dalla famiglia Spallanzani (che guida l’omonimo gruppo industriale reggiano), e partecipata da Bper Banca e da Top Partecipazioni. L’offerta della nuova banca con sede a Reggio Emilia si articola in prodotti e servizi dedicati alla clientela privata, alle pmi e ai professionisti, e avrà una forte connotazione di Banca Specialist focalizzata su finanziamenti alle imprese (leasing e mutui) e a privati (cessione del quinto) e sulla raccolta del risparmio (conto deposito on line).

Il modello distributivo della nuova banca, come ha spiegato ieri l’amministratore delegato Paolo Caroli nel corso della presentazione, è leggero e flessibile: nessuna filiale bancaria, negozi sul territorio affidati a imprenditori (agenti in attività̀ finanziaria o mediatori creditizi), una rete distributiva esterna fortemente coinvolta nel business, distribuzione del prodotto leasing e cessione del quinto anche attraverso accordi commerciali con reti bancarie, e infine utilizzo del canale online per la raccolta. “Attualmente il nostro modello bancario prevede un’architettura aperta e componibile che favorisce l’acquisizione di nuovi business. Questa impostazione, che è in controtendenza, stimola molto l’imprenditorialità delle persone e dei manager e stimolerà senz'altro la crescita del gruppo”, ha spiegato Caroli.

Insieme all’annuncio della nascita del Gruppo Bpl sono stati diffusi anche i principali dati consolidati al 31 dicembre 2020, che sono stati superiori ai target stabiliti nel piano strategico. Il totale degli attivi è ammontato a 725,8 milioni di euro, in crescita del 43% rispetto all’anno precedente; la raccolta diretta complessiva ha registrato un incremento del 17% a quota 382 milioni; il margine d’interesse è stato di 8,9 milioni (+43%), mentre il margine d’intermediazione si è attestato a 14,7 milioni, in crescita del 48 per cento. Quanto al risultato netto consolidato, è stato positivo per 0,3 milioni di euro, in controtendenza rispetto al 2019 quando è risultato negativo per 3,8 milioni di euro. “I risultati positivi del 2020 confermano il significativo potenziale della nuova organizzazione che abbiamo costruito. Per il futuro abbiamo obiettivi molto ambiziosi e lo sviluppo sarà trainato dalla trasformazione digitale, dal rafforzamento della rete distributiva e dalla finanza speciale”, è il commento di Caroli.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo