Quantcast

Authority

Esma: fondi di fondi al 15% del Net asset value dei Fia

L’autorità di regolamentazione dei mercati finanziari europei ha pubblicato il terzo rapporto statistico annuale dell'Esma sui fondi di investimento alternativi nell'Ue

Prodotti rischiosi sotto tiro di Esma e Consob

L'Esma, autorità di regolamentazione dei mercati finanziari europei, ha pubblicato lo scorso 8 aprile il Rapporto statistico annuale 2021 sui fondi di investimento alternativi nell'Unione europea (Esma50-165-17349). È quanto comunica la Consob. Il rapporto registra un aumento di valore del settore pari al 15% nel 2019 (6,8 trilioni di euro di patrimonio netto, rispetto ai 5,9 trilioni di euro del 2018).

Il settore dei Fia - Fondi di investimento alternativi dell'Ue include importanti classi di fondi quali hedge fund, private equity e fondi immobiliari, cui si correlano rischi principali legati al divario potenziale tra la liquidità delle attività nei portafogli di fondi e il periodo di rimborso offerto agli investitori, soprattutto nel caso di fondi immobiliari e di fondi di fondi. La leva finanziaria può altresì determinare un rischio nel segmento degli hedge fund, dove raggiunge quasi il 1.000% del Nav (Net Asset Value), pur rappresentando gli hedge fund solo poco più del 5% delle attività totali (nel 2019 oltre il 75% degli hedge fund afferivano al Regno Unito). L'andamento del settore dei Fia è stato fortemente influenzato nel primo trimestre 2020 dalla market crisis per la pandemia da Covid-19 e ciò ha comportato una parziale inclusione del periodo in questione nel rapporto, sebbene esterno al periodo di riferimento (2019).

Al suo interno, il rapporto contiene analisi e risultati relativi ad una serie di temi principali, tra i quali: le dimensioni e i rischi di mercato dei fondi di investimento alternativi (Fia) dell'Ue; i fondi di fondi, che rappresentano il 15% del Nav dei Fia dell'Ue per circa 1 trilione di euro; i fondi immobiliari, che rappresentano il 12% del Nav dei Fia per circa 802 miliardi di euro, in crescita, sebbene a un ritmo più moderato rispetto all'anno precedente; gli hedge funds, la cui dimensione in Ue è rimasta stabile nel 2019 a 354 miliardi di euro, pari al 5% di tutti i Fia; i fondi di private equity che rappresentano il 7% del Nav di tutti i Fia, ovvero 456 miliardi di euro, registrando una forte crescita nel 2019; gli altri Fia, che rappresentano il 60% del Nav dei Fia in Ue per circa 4 trilioni di euro; l'ambito del National Private Placement Regime (Nppr), in cui Stati membri dell'Ue possono consentire ai gestori patrimoniali non-Ue di commercializzare fondi alternativi a livello nazionale, anche se tali fondi non possono essere successivamente trasferiti ad altri Stati membri. Il rapporto include anche una panoramica della qualità dei dati ottenuti dall'Esma e dalle autorità nazionali sui fondi di investimento alternativi, come riportati dagli operatori di mercato.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo