Quantcast

Risultati

Illimity Bank, utile netto 2020 a 31 milioni

Approvato il bilancio d’esercizio di illimity Bank S.p.A. al 31 dicembre 2020 e presentato il bilancio consolidato che evidenzia anche oltre 4 miliardi di euro di attivi

Passera sceglie Workday per l'hr della sua illimity

Corrado Passera, ad di illimity

Si è riunita in data odierna, secondo le modalità previste dalla normativa, l’assemblea degli azionisti di illimity Bank S.p.A. (“illimity” o “Banca”), che ha assunto le seguenti deliberazioni. L’assemblea degli azionisti ha approvato il bilancio di esercizio di illimity Bank S.p.A. al 31 dicembre 2020, che chiude con un utile di 32.561.450,27 euro, deliberando di destinare parte dell’utile d’esercizio a copertura delle perdite portate a nuovo durante l’esercizio antecedente per un ammontare pari a 16.840.115,40 euro, a riserva legale 786.066,74 euro pari al 5% dell’utile dell’esercizio al netto della componente destinata a copertura delle perdite portate a nuovo e di portare a nuovo l’utile per 14.935.268,13 euro.

Ha altresì preso atto del bilancio consolidato di illimity al 31 dicembre 2020, che presenta un utile netto di 31,1 milioni di euro, corrispondenti ad un Roe di circa 5,5% e oltre 4 miliardi di euro di attivi, così come già comunicato al mercato in sede di approvazione dei risultati da parte del Consiglio di Amministrazione.

Primo bilancio di sostenibilità e relazione sul governo societario e gli assetti proprietari

All’Assemblea sono state altresì presentate il primo Bilancio di Sostenibilità del Gruppo illimity – o prima Dichiarazione volontaria consolidata di carattere non finanziario ai sensi del D.Lgs. n. 254/2016 (DNF) – e la Relazione sul governo societario e gli assetti proprietari per l’esercizio 2020 redatta ai sensi dell’art. 123-bis del Decreto Legislativo n. 58/1998 (“TUF”) e delle “Disposizioni di Vigilanza” di Banca d’Italia.

Il primo Bilancio di Sostenibilità del Gruppo illimity rappresenta per illimity un importante momento di condivisione con tutti gli stakeholder della responsabilità che guida la Banca nell’affiancare imprenditori e aziende nei loro piani di sviluppo o di risanamento, nel valorizzare crediti di aziende entrate in difficoltà e nell’offrire servizi bancari innovativi al fine di rendere più semplice la vita di individui e imprese.

Politica di remunerazione e sistema di incentivazione annuale per l’esercizio 2021, compensi corrisposti 2020

L’Assemblea ha inoltre approvato la Sezione I della Relazione sulla Politica di Remunerazione 2021 e sui compensi corrisposti 2020, che stabilisce le logiche di remunerazione e incentivazione per l’esercizio 2021 a favore dei componenti degli organi con funzione di supervisione strategica, gestione e controllo e del restante personale, ivi incluso il personale più rilevante, di illimity Bank

S.p.A. e di sue società direttamente e/o indirettamente controllate, predisposta anche ai sensi dell’art. 123-ter del D. Lgs. n. 58/1998 comma 6 (“TUF”), dell’art. 84-quater del Regolamento Consob n. 11971/1999 (il “Regolamento Emittenti”) e di quanto previsto dalla Circolare di Banca d’Italia n. 285/2013 in materia di remunerazione.

L’Assemblea degli azionisti ha altresì deliberato in senso favorevole sulla Sezione II della suddetta Relazione, relativa ai compensi corrisposti nell’esercizio 2020, dando mandato al Presidente e all’Amministratore Delegato, in via disgiunta tra loro con possibilità di sub-delega, di mettere in atto tutte le procedure necessarie per l’adozione e attuazione di tale politica.

Infine, tenuto conto della capienza della delega all’aumento di capitale deliberata dall’Assemblea Straordinaria degli Azionisti di illimity (già Banca Interprovinciale S.p.A.) del 18 gennaio 2019, che può essere, pertanto, messa a servizio di successivi piani di incentivazione, l’Assemblea ha approvato l’istituzione del Sistema di incentivazione annuale per l’esercizio 2021 denominato “MBO Plan”. Tale piano prevede, in parte, l’assegnazione di azioni ordinarie di illimity Bank S.p.A., avente le caratteristiche (ivi compresi condizioni e presupposti di attuazione) indicate nella Relazione del Consiglio di Amministrazione e nel Documento Informativo redatto ai sensi dell’art. 84-bis del Regolamento Emittenti, conferendo al Consiglio medesimo ogni potere necessario e/o opportuno per dare esecuzione al predetto MBO Plan.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo