Quantcast

Mercati

Passeretti (HanEtf), “Il Litecoin è volatile. Ma ha anche un grande potenziale di crescita e una bassa correlazione”

L’Etp sulla criptovaluta ha debuttato sul circuito Xetra di Deutsche Boerse la scorsa settimana. Per lo strategist è uno strumento valido per gli investitori istituzionali che stanno accumulando importi crescenti in crypto asset. Ed è anche un buon complemento in un portafoglio retail

Passeretti (HanEtf), “Il Litecoin è volatile. Ma ha anche un grande potenziale di crescita e una bassa correlazione”

Edoardo Passaretti, Director Italy and Ticino di HANetf

La scorsa settimana ha debuttato sul circuito Xetra di Deutsche Boerse il nuovo Etp sul Litecoin di Etc Group, fintech tedesca che ha già portato sullo stesso mercato i prodotti Ethereum e Bitcoin. Quest'ultimo in sette mesi ha toccato la soglia del miliardo di asset in gestione. Con il nuovo prodotto la società specializzata nella costruzione di prodotti che facciano da ponte tra i mercati delle criptovalute e i mercati regolamentati per favorire l'esposizione degli investitori istituzionali, prende posizione sulla seconda cripto dopo Bitcoin e la nona per capitalizzazione di mercato. Ma quali sono esattamente le caratteristiche del Litecoin rispetto al più noto Bitcoin? Come suggerisce il nome, Litecoin vuole essere una versione più light del Bitcoin, una criptovaluta più adatta ai pagamenti, con tempi di transazione più brevi e commissioni inferiori, mentre il Bitcoin si è evoluto per essere più una riserva di valore. “Il Bitcoin è un software open-source - spiega Edoardo Passaretti, Director Italy e Ticino di HANetf – E questo significa che ogni sviluppatore può copiarne il codice base e creare una sua versione”. Dal Bitcoin si sono infatti originati migliaia di progetti simili, compreso il Litecoin, il cui codice è una copia del “fratello maggiore”.

Litecoin nasce nel 2011, due anni dopo Bitcoin, da Charlie Lee, ingegnere informatico del MIT di Boston che aveva lavorato a progetti su Chrome OS e YouTube per Google, ed è cresciuto d’importanza come una delle reti di pagamento basate su blockchain più usate e riconosciute. “Questa longevità è stata fondamentale per il riscontro da parte di Paypal nell’ottobre scorso, quando ha espresso la volontà di iniziare a lavorare con quattro criptovalute: Bitcoin, Litecoin, Ethereum e Bitcoin Cash”, dice Passeretti. Sul piano della copertura, mentre JP Morgan o Citibank hanno elaborato stime di prezzo a lungo termine per il Bitcoin, poche banche d’investimento hanno fatto altrettanto per il Litecoin, anche se questo sta iniziando a cambiare.

I punti di analogia con il Bitcoin – come spiega lo strategist - sono avere un tetto massimo di criptovaluta estraibile, il meccanismo di consenso garantito dalla “Proof of Work”, la grande divisibilità della criptovaluta (fino a 8 cifre decimali), l’essere molto usata (è effettivamente la più utilizzata) tra le piattaforme di pagamento delle valute digitali. “È utile sottolineare che più una rete blockchain viene usata, come sta accadendo al Litecoin, tanto più il suo valore aumenta nel tempo. Quando incrementi di valore molto grandi e ripetuti non si accompagnano a una crescita corrispondente del numero dei partecipanti alla rete, il rischio di bolle aumenta sensibilmente”, spiega Passeretti. Quanto alle differenze con il Bitcoin, le più sostanziali riguardano la velocità nelle transazioni (che nel Litecoin è quattro volte maggiore), le commissioni (che si sono mantenute su livelli contenuti), e l’uso di un algoritmo crittografico proprio e distinto dal Bitcoin, che consente agli utenti di poter “minare” in contemporanea l’una e l’altra criptovaluta.

Ma a chi si rivolge questo investimento? Certamente agli investitori istituzionali, che stanno accumulando importi crescenti di crypto asset. Per l’asset manager in criptovalute Grayscale (39 miliardi di dollari di asset), per esempio, il Litecoin è il terzo investimento per ampiezza dopo quello in Bitcoin e in Ethereum, e a inizio marzo possedeva 1,45 milioni di Litecoin nei suoi trust. Per l’investitore retail dobbiamo invece ricordare che, come tutte le criptovalute, anche il Litecoin è caratterizzato da alta volatilità. “Litecoin offre però un grande potenziale di crescita soprattutto rispetto alle asset class tradizionali e una bassa correlazione ad altri tipi di investimento. Può essere quindi un complemento al portafoglio di investimento per aggiungere ulteriore diversificazione in termini di denominazione dei propri asset”, conclude Passeretti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo