Quantcast

Mercati

De Luca (Gamma Capital Markets), “Trimestrali Usa: materials e finanza sopra la media a cinque anni”

I profitti delle aziende dell’S&P500 dovrebbero aumentare in media del 24% rispetto al 2020. L’84% delle società che ha già riportato i risultati trimestrali ha superato le stime degli analisti e il 77% ha segnalato ricavi positivi con un tasso di crescita degli utili medi del 33,8 per cento

De Luca (Gamma Capital Markets), “Trimestrali Usa: materials e finanza sopra la media a cinque anni”

Carlo De Luca, Responsabile Asset Management di Gamma Capital Markets

Il tema dell’inflazione continua aleggiare nella mente degli investitori in virtù dei forti segnali di ripresa, con i prezzi al consumo negli Usa che sono aumentati del 2,6% anno su anno a marzo rispetto all’1,7% di febbraio e con il PPI (il Producer Price Index che misura il cambiamento medio dei prezzi per i produttori) di marzo che ha segnato un aumento del 4,2%, cioè il più grande rimbalzo dal 2011. Ciononostante, come sottolinea Carlo De Luca, responsabile Asset Management di Gamma Capital Markets, l’attenzione è tutta rivolta alla promettente stagione degli utili. Secondo gli analisti di FactSet, i profitti delle aziende dell’S&P500 dovrebbero aumentare in media del 24% rispetto a un anno fa. E, sebbene manchino all’appello ancora società di rilievo come Apple, Microsoft e Amazon, il 25% delle società dell’S&P500 ha già riportato i risultati trimestrali: di queste, ben l’84% ha superato le stime degli analisti e il 77% ha segnalato ricavi positivi. Il tasso di crescita degli utili medi è attualmente del 33,8%, il più alto riportato dall’indice dal terzo trimestre del 2010 (quando era pari al 34%), mentre il margine dei profitti si attesta intorno all’11,6%, superiore al primo trimestre 2020 (quando era pari al 9,3%) e alla media a cinque anni del 10,6 per cento.

Come spiega De Luca, sono nove i settori che hanno segnalato un aumento dei loro margini di profitto netti nel primo trimestre rispetto all’anno scorso. Tuttavia, solo cinque settori sono al di sopra delle loro medie quinquennali, principalmente guidati dal settore materials (11% contro l’8% dello scorso anno) e dal settore finanziario (21,5% contro il 10,2% del 2020). “Quest’ultimo settore – spiega De Luca - ha visto i margini di profitto aumentare a causa del calo sostanziale degli accantonamenti per perdite su prestiti, i quali però non incidono sui ricavi ma solo sulla crescita dei profitti”. Al momento, il 70% degli earnings calls riporta direzione positiva per il prossimo trimestre. “È chiaro che questi tassi di crescita superiori alla media sono dovuti a una combinazione di maggiori guadagni sulla base di una ripresa, seppur lenta, delle economie e ad un confronto con utili più deboli nel 2020 a causa dell’impatto negativo della pandemia”, spiega De Luca. Che conclude: “Ci aspettiamo comunque risultati positivi sia per questo sia per i restanti trimestri del 2021 guidati principalmente da un’accelerazione della ripresa economica”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo