Quantcast

Mercati

DiGiacomo (Columbia Threadneedle), “A breve torneremo alla normalità in scia agli Usa”

Secondo lo strategist, gli Stati Uniti potrebbero rimuovere tutte le restrizioni già in agosto, ed essere l'apripista di una ripartenza mondiale. Ma alcuni cambiamenti indotti dai lockdown dovrebbero restare, come l’homeworking e la riduzione dei viaggi di lavoro

Il palazzo del Campidoglio a Washington, sede del Congresso degli Stati Uniti

Il palazzo del Campidoglio a Washington, sede del Congresso degli Stati Uniti

Quando torneranno alla normalità gli Stati Uniti, ovvero la locomotiva dell'economia mondiale? Per rispondere Paul DiGiacomo, responsabile della ricerca azionaria di Columbia Threadneedle Investments, ha monitorato una serie di indicatori della "normalità", come le attività di intrattenimento e svago, gli acquisti nelle vie del centro e la riapertura delle scuole, estrapolando un indice che misura l'avanzamento lungo il percorso verso il mondo post-Covid. “L'indice è concepito appositamente per misurare le componenti della vita quotidiana anziché gli indicatori economici come la crescita del Pil – spiega Di Giacomo - Con il graduale ritorno alla normalità, il livello percentuale si avvicinerà sempre più a 100, e i nostri analisti aggiorneranno regolarmente l'indice”.

Ebbene, l'Indice del ritorno alla normalità negli Stati Uniti in aprile è salito al 72%, alimentato dai guadagni conseguiti da viaggi, intrattenimento e ritorno all'insegnamento in presenza. “Ora che i livelli di immunità sono in aumento, ci aspettiamo un calo continuo dei casi attivi nelle prossime due settimane e l'indice dovrebbe evidenziare progressi a maggio, in quanto una maggiore immunità e fattori stagionali contribuiscono ad accrescere i livelli di attività”, dice DiGiacomo. Che aggiunge: “A questo ritmo, e in assenza di battute di arresto significative, gli Stati Uniti potrebbero raggiungere la fascia di normalità entro agosto”.

In ogni caso non tutte le attività umane, secondo lo strategist, torneranno ai livelli pre-Covid. L'indice potrebbe quindi centrare la "normalità" sotto quota 100 per via della continua evoluzione delle nostre abitudini, come per esempio il telelavoro e la riduzione dei viaggi di lavoro. "La definizione di "normalità futura" sta cambiando, e la soglia di normalità dell'indice rifletterà ciò che emerge dalle nostre analisi inferenziali dei dati e dalla nostra ricerca fondamentale", spiega DiGiacomo. In ogni caso, per gli investitori l'Indice del ritorno alla normalità di Columbia Threadneedle può svolgere la stessa funzione: è un input aggiuntivo da considerare quando formulano le decisioni di asset allocation e di portafoglio. "Capire a che punto siamo nel percorso verso il ritorno alla vita normale sarà un aspetto cruciale nel 2021", spiega DiGiacomo. Che conclude: “Questi dati possono aiutare gli investitori a prendere decisioni di asset allocation ponderate e a formulare aspettative corrette sull'attività di mercato”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo