Quantcast

Mercati

Goldman Sachs, L’economia europea rimbalzerà in piena estate

Grazie alla spinta del Regno Unito, l’indice Pmi composito dell'area dell'euro guadagna circa 2,1 punti, con un punto di vantaggio rispetto alle aspettative di consenso. Attesi miglioramenti sulle stime anche per alcuni Paesi periferici, come l’Italia

Frena il Pil dell’Eurozona, ma anche il resto del mondo zoppica

E’ l’estate la stagione del risveglio post-Covid. Lo è anche per Goldman Sachs, che in un recente report prevede che l'economia europea rimbalzerà bruscamente in piena estate, grazie al calo delle infezioni e alla riapertura di tutte le attività, che è già in corso in gran parte del continente. Secondo gli analisti di Goldman Sachs, i prossimi indicatori Pmi flash, che verranno pubblicati venerdì 21 maggio, saranno un parametro importante nella valutazione dell'accelerazione della crescita nel mese di maggio. “Sebbene i nostri strumenti di monitoraggio delle attività sfruttino un'ampia gamma di indicatori, confermiamo il ruolo preminente dell’indicatore Pmi flash – è scritto nel report - Infatti si tratta di un marker fortissimo della crescita del Pil, ed eventuali sorprese di questo indicatore rispetto alle aspettative di consenso producono movimenti significativi dei prezzi degli attivi in Europa”.

Già i primi dati dell'indagine di maggio di Goldman Sachs hanno mostrato un importante e ampio miglioramento in aprile in tutto il continente, guidato dalla performance del Regno Unito. “L'utilizzo del nostro nuovo quadro previsionale indica il Pmi composito dell'area dell'euro che guadagna circa 2,1 punti, con un punto di vantaggio aspettative di consenso”, scrivono gli analisti. Che aggiungono: “La ripresa sarà per tutti i Paesi dell’area euro, ma ci aspettiamo che il prossimo Pmi composito sarà principalmente guidato dalla periferia, soprattutto dall'Italia, con una sorpresa al rialzo rispetto alle aspettative di consenso anche in Francia (+2,6 punti a quota 54,2), e in Germania (+1 punto a 56,8). Quanto al Regno Unito, ci aspettiamo un'ulteriore sorpresa al rialzo rispetto alle aspettative di consenso e un nuovo composito storico (+2,5 punti a 63,2), trainato principalmente dall’ultima fase di riapertura dei servizi”. Il report infine prevede che dopo maggio, il Pmi composito dell'area dell'euro potrebbe continuare a salire insieme alla crescita con un possibile picco dopo luglio, "con il sottostante in miglioramento guidato dai servizi primari, grazie alla stagione turistica in pieno svolgimento e alla ripresa dei viaggi internazionali”, conclude il report.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo