Quantcast

Report

Janus Henderson, “Ripartono i dividendi globali”

Riviste al rialzo (+8,4%) le previsioni sulla distribuzione per il 2021. Il report segnala evidenti segnali di ripresa già nel primo trimestre. L’incremento dei prezzi delle commodity spinge al rialzo gli utili distribuiti nel settore minerario. Sotto pressione, invece, i beni di consumo discrezionali e l'energia

Nel 2018 le cedole pagate sono cresciute del 9,3%

Con il rimbalzo dell’economia anche i dividendi globali mostrano segnali di ripresa. E così, la solidità riscontrata nel primo trimestre 2021 unita a prospettive più rosee per la seconda parte dell’anno, ha indotto Janus Henderson a rivedere al rialzo le stime sui dividendi globali per l’intero 2021. Se a gennaio le previsioni più ottimistiche non andavano oltre 1.320 miliardi di dollari, il nuovo scenario di base, contenuto nel report Global Dividend Index (giunto alla trentesima edizione), prevede una distribuzione di dividendi per 1.360 miliardi di dollari, che corrisponde a un aumento dell’8,4% su base annua in termini complessivi e a un incremento sottostante del 7,3 per cento. Va detto che nel 2020, le società hanno ridotto i dividendi per 247 miliardi di dollari, pari a una flessione del 14% su base annua, che ha praticamente cancellato quattro anni di incrementi.

Il report analizza nel dettaglio l’andamento del primo trimestre 2021, caratterizzato da una ripresa eterogenea dei dividendi sui vari mercati: su scala globale, solo una società su cinque (il 18%) ha ridotto i dividendi su base annua, un numero nettamente inferiore rispetto allo scorso anno, quando una società su tre aveva tagliato le distribuzioni. Quanto ai mercati, come di consueto l’area del Nord America si conferma protagonista nel primo trimestre. Negli Stati Uniti i versamenti agli azionisti, pari a 139,3 miliardi di dollari, hanno evidenziato una diminuzione complessiva dell’8,1% rispetto all’anno precedente. Tuttavia il calo si deve al fatto che lo scorso anno sono stati distribuiti dividendi eccezionali, non replicati nel 2021. In Europa (Regno Unito escluso) si intravedono segnali positivi in vista del secondo trimestre, tradizionalmente molto più importante per i dividendi dell’Eurozona. Quanto al Regno Unito, nel primo trimestre i dividendi sono diminuiti del 26,7% su base sottostante rispetto a un anno fa, poiché il Paese risente tuttora dei tagli da parte delle società petrolifere. Tuttavia meno della metà delle aziende inglesi presenti nell’indice Janus Henderson ha ridotto le distribuzioni nel primo trimestre 2021, un dato decisamente migliore rispetto a quello dello scorso anno. Venendo infine all’Italia, nel primo trimestre ha registrato una crescita nella distribuzione dei dividendi: i versamenti sono stati pari a 2,6 miliardi di dollari, che corrisponde a un incremento del 18,4% su base complessiva e all’8,4% su base sottostante.

La ripresa dei dividendi, come spiega il report, è stata trainata nel primo trimestre dal settore minerario, con le società dell’industria estrattiva che si sono distinte grazie al rincaro dei prezzi delle materie prime, che ha dato un forte impulso alle distribuzioni, soprattutto sotto forma di dividendi speciali: nel complesso le società del settore hanno incrementato i dividendi complessivamente dell’85% (58% in termini sottostanti) e hanno annunciato ulteriori versamenti nel corso dell’anno. Anche le società del settore sanitario e le utility sono state tra le più generose con gli azionisti. I dividendi del comparto finanziario sono stati sostenuti invece dalle numerose società che hanno ripristinato le distribuzioni dopo l’interruzione causata dalla pandemia, seppur con masse inferiori. Il settore dei beni discrezionali (che comprende la vendita al dettaglio, i beni di consumo durevoli, i veicoli e i viaggi), direttamente impattato dalle continue misure di contenimento contro la pandemia, è quello invece che ha registrato le flessioni più marcate (-36% in termini sottostanti nel primo trimestre), mentre il comparto energetico ha chiuso a -26 per cento. Curiosamente, anche i dividendi dell’industria tecnologica hanno registrato una flessione dell’1,5% su base sottostante. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo