Quantcast

Venture capital

Global Tech Ventures investe in sette tra unicorni e aspiranti tali

La holding specializzata in investimenti internazionali in aziende, tech e digital ha chiuso sette nuove operazioni finanziarie nel giro di due mesi per un valore di 5,5 milioni di euro. Sale a 15 milioni di dollari la raccolta totale

Venture Capital  la crescita c'è  ma l'Europa resta lontana

Negli ultimi due mesi Global Tech Ventures (GTV),  holding specializzata in investimenti internazionali in aziende, tech e digital, “Unicorni”, o prossime a diventarlo, ha chiuso sette nuove operazioni finanziarie globali, accanto ai principali fondi di venture capital nel mondo, per un valore di 5,5 milioni di euro. A oggi la holding ha raccolto e gestisce un totale di 15 milioni di dollari. Le sette nuove aziende - che vanno ad affiancarsi ai 9 investimenti già presenti nel portafoglio di GTV, tra cui Coursera, Rapyd, Bird, Toast, Convoy, sono, nello specifico, la tedesca Wefox, leader a livello europeo nel settore insurtech e le statunitensi Chipper Cash, piattaforma fintech dedicata al trasferimento transfrontaliero di denaro dai paesi africani, Eat Just, considerata la “Beyond Meat” nelle soluzioni di produzione di uova vegetali, PandaDoc, software SaaS dedicato all’automazione dei documenti all-in-one, Lucid, suite di collaborazione visiva leader negli Stati Uniti, Monthly, portale di apprendimento online e Relativity Space, attiva nella space economy, con una valutazione di oltre $ 3 miliardi. GTV ha, inoltre, raddoppiato la propria posizione di investimento nella fintech Rapyd, seguendo il nuovo round di oltre $ 250 milioni concluso nel mese di aprile 2021.
In termini di exit, alle quotazioni di Coursera (e-learning) e 23andMe (genomica)- quest’ultima attraverso la business combination con la SPAC del Gruppo Virgin di Richard Branson (VG Acquisition Corp)- si affiancano quelle di Bird (mobilità elettrica), che ha annunciato il suo prossimo sbarco sui listini, attraverso una fusione inversa con la SPAC Switchback II e di Toast (gestione ordini ristoranti), il cui management ha dichiarato, lo scorso marzo, di voler collocare l’azienda sul Nasdaq  entro la fine del 2021.

Global Tech Ventures si concentra su aziende consolidate in fase di forte crescita, già Unicorni o orientate a diventarne (valutazione oltre $ 1 miliardo), ma che partono da una stima più contenuta: i cosiddetti Contenders (valutazione attesa di $ 1 miliardo entro 2 anni) e con un obiettivo di uscita e collocamento sul mercato entro massimo cinque anni. Grazie alle solide collaborazioni costruite negli anni con i principali fondi di Venture Capital americani ed europei, la società ha un accesso esclusivo e privilegiato a opportunità di investimento uniche nel panorama del digital e del tech su scala globale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo