Quantcast

Gestioni passive

In arrivo il primo Etf in Europa carbon neutral

Gli investitori attenti all'ambiente avranno l'opportunità di far crescere il loro capitale con la certezza che qualsiasi emissione di carbonio legata ai propri investimenti sarà compensata

 Nik Bienkowski, co-ceo di HANetf

Nik Bienkowski, co-ceo di HANetf

Purpose Investments e HANetf annunciano il lancio sulle principali borse europee di HANetf S&P Global Clean Energy Select HANzero UCITS ETF (ticker: ZERO), primo exchange traded fund europeo che offrirà la possibilità di compensare l’emissione di carbonio generata dai propri investimenti.

Gli investitori attenti all'ambiente avranno pertanto l'opportunità di far crescere il loro capitale con la certezza che qualsiasi emissione di carbonio legata ai propri investimenti sarà compensata.

La maggior parte delle strategie focalizzate sulle tematiche Esg presentano solo soluzioni parziali: screening Esg su le aziende quotate, focus sul processo di decarbonizzazione o su strategie atte a produrre basse emissioni di carbonio. Vengono così offerte soluzioni sostenibili, ma che producono comunque un impatto sull’ecosistema. L’offerta di compensazione di HANetf HANzero™ affronta questo aspetto in modo efficiente e completo per ridurre le emissioni di anidride carbonica e di altri gas a effetto serra.

HANetf, in collaborazione con il fornitore di dati dell'indice, calcolerà il valore giornaliero di carbonio emesso dalla gestione del portafoglio per ogni milione di dollari investito. Il carbonio accumulato sarà poi compensato con progetti positivi per l’ambiente, verificabili, certificati e selezionati con cura da South Pole, leader specialista nelle attività di compensazione del carbonio. Tutti i progetti saranno conformi agli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile delle Nazioni Unite e agli standard stabiliti dall'International Carbon Reduction and Offset Alliance (ICROA). Saranno inoltre soggetti a uno screening completo, a un audit effettuato di parti terze e ad una due diligence interna. I costi associati a questa procedura saranno prelevati dal TER del fondo e non influiranno sulla performance dell’ETF, né comporteranno un costo extra per gli investitori.

Nello specifico, i progetti che riceveranno un contributo sono la conservazione della foresta di Topaiyo e l’impianto idroelettrico del fiume Musi. Entrambi i progetti contribuiscono a una serie di obiettivi di sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite.

Nel primo, il lavoro - sviluppato con i proprietari terrieri indigeni della Nuova Irlanda - sarà finalizzato alla protezione della foresta pluviale dalla deforestazione e al recupero della ricca biodiversità del territorio, contrastando così il cambiamento climatico globale e migliorando lo sviluppo sociale ed economico di una delle zone più povere e isolate della Papua Nuova Guinea.

Il secondo progetto, realizzato sull'isola di Sumatra, in Indonesia, affronterà invece problemi nelle zone rurali di questo Paese come lo scarso accesso all'elettricità e la mancanza di opportunità di lavoro di qualità, oltre a promuovere uno sviluppo economico sostenibile.

L'unicità di questa offerta è garantita da HANetf con il marchio HANzero™ che darà prova immediata della compensazione delle emissioni dell’investimento.

L'ETF sarà classificato come un investimento ai sensi dell'articolo 8 della Sustainable Finance Disclosure Regulation (SFDR).

ZERO seguirà l'indice S&P Global Clean Energy Select che fornisce un'esposizione alle 30 più grandi società pure play in biocarburanti, tecnologia delle celle a combustibile, energia geotermica, idroelettrica, solare ed eolica.

Le prime 10 partecipazioni nell'indice includono Verbund AG, EDP Renovaveis, Vestas Wind Systems, Meridian Energy, First Solar Inc, Siemens Gamesa Renewable Energy, Orsted, Brookfield Renewable Corporation, Solaredge Technologies e Contact Energy Ltd.

La performance testata riferita ai 5 anni precedenti mostra un rendimento del 194,02%.

Nik Bienkowski, co-fondatore e co-CEO di HANetf, ha dichiarato: "Gli investitori attenti all'ambiente possono ora puntare alla crescita del capitale con l'HANetf S&P Global Clean Energy Select HANzero™ UCITS ETF, ZERO, sicuri del fatto che qualsiasi emissione di carbonio legata al loro investimento sarà compensata attraverso alcuni entusiasmanti progetti che faranno bene al Pianeta, grazie ai nostri partner di South Pole. HANetf è particolarmente sensibile al cambiamento climatico al punto di farsi parte attiva ed essere in grado di offrire prodotti focalizzati sull’ambiente e sulla sua tutela. Stiamo rispondendo ad una domanda presente nel mercato attraverso un progetto con caratteristiche ESG realmente innovative come la compensazione del carbonio a cui abbiamo voluto associare il nostro marchio HANetf è sempre all’avanguardia dell’innovazione nel mercato degli ETF e riteniamo che ad oggi, HANzero™ sia la nostra miglior innovazione”.

Som Seif, fondatore e CEO di Purpose Investments ha aggiunto: “L’elezione del Presidente Biden ha aumentato l’ottimismo sulle politiche green, come dimostrato dalla ri-adesione degli Stati Uniti all’accordo di Parigi. Il maggiore impegno da parte di altri Paesi leader sta rapidamente costruendo le basi per affrontare nel giusto modo il cambiamento climatico e la decarbonizzazione è al centro di questo cambiamento legato anche al miglioramento dell’economia e delle tecnologie sottostanti. Mentre il consenso globale si consolida nella lotta contro il cambiamento climatico, l’HANetf S&P Global Clean Energy Select HANzero™ UCITS ETF non solo fornisce l’accesso alle più interessanti società di energia pulita, ma offre un prodotto ai sensi dell’articolo 8 della SFDR e l’opportunità di “annullare” l’impronta di carbonio dell’investitore”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo