Quantcast

Mercati

Spectrum Markets, Investitori individuali rialzisti sull'indice azionario spagnolo

Il mercato paneuropeo dei certificati ha pubblicato i dati di giugno sul SerixTm, l’indice sul sentiment dei piccoli investitori europei, che mostrano un atteggiamento fortemente rialzista sull’Ibex35 e il continuo miglioramento del Cac40 francese. Crollano le aspettative sul Nasdaq

Corrida a Madrid, tre tori nell’arena per comprare la Borsa

Eliminata dagli azzurri nella prima semifinale di Euro 2020, la Spagna ottiene però una bella consolazione dai mercati. Il sentiment sull'Ibex, l’indice della Bolsa di Madrid, è diventato nettamente rialzista il mese scorso, con il valore SerixTM (che misura il sentiment degli investitori individuali europei) balzato da un “ribassista” 98 di maggio al 119 di giugno. Secondo Spectrum Markets, il mercato pan-europeo dei certificati che ha pubblicato i dati di giugno relativi al SerixTm, ciò è avvenuto in corrispondenza dell’aggiornamento delle previsioni di crescita per il 2021 fornite dalla Banca di Spagna, salite al 6,2% dopo i segnali dell’attenuazione dell'impatto del Covid-19 e il miglioramento dei dati sull'occupazione con la riapertura dell'economia. I dati di giugno indicano anche un continuo miglioramento del sentiment sul Cac 40 francese. "La Spagna ha mantenuto un livello relativamente alto di supporto governativo per i settori chiave durante la pandemia, in particolare in aree come l'ospitalità e il turismo, che sembrano ben posizionati per rimbalzare con la ripresa della domanda”, è il commento di Michael Hall, responsabile dello sviluppo del business di Spectrum Markets. Che aggiunge: “Oltre a questi fattori, i pagamenti dal fondo di recupero dell'Ue e uno scenario costante di bassi tassi d'interesse potrebbero fornire un'ulteriore spinta".

Al contempo, come spiega Hall, gli investitori individuali sembrano ammorbidire la loro posizione nei confronti della Francia, dato che il SerixTm sul Cac è salito costantemente da un minimo storico mensile di 85 a febbraio al 95 di giugno. "Siamo ancora in territorio ribassista rispetto alla Francia, ma il sentiment è chiaramente migliorato nel tempo, complici senza dubbio i dati economici incoraggianti del Paese, il successo dei vaccini e l'ulteriore allentamento delle politiche di blocco", è il commento di Hall. Nel complesso durante il mese di giugno, 63,8 milioni di derivati cartolarizzati sono stati scambiati su Spectrum, con il 31,5% degli scambi che hanno avuto luogo al di fuori degli orari tradizionali, cioè tra le 17:30 e le 9 di mattina. L'86,5% di questa attività ha riguardato gli indici, il 7,2% le materie prime e il 6,3% le coppie di valute, mentre i primi tre sottostanti scambiati sono stati l'Omx 30 di Stoccolma (27,6%), il Dax (27,5%) e il Nasdaq 100 (13,1%). Guardando i dati SerixTm per i tre principali sottostanti, l'Omx ha invertito parte dello slancio rialzista visto quest'anno scendendo a 94 in giugno, mentre il Dax è rimasto stabile appena dentro il territorio ribassista, scendendo da 99 a 98. Il sentiment del Nasdaq nel frattempo è sceso bruscamente a 91, rispetto a 102 di maggio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo