Quantcast

Mercati

Criptovalute, C’è anche il fattore “hash rate” nel ribasso

Oltre alle limitazioni imposte al mining in Cina (volte anche a favorire lo yuan digitale), secondo Merone (Bitpanda) il crollo delle criptomonete nasce anche dal declino dell’unità di misura per la potenza di elaborazione della rete Bitcoin

BNY Mellon Im lancia un fondo sulla blockchain aziendale

Nelle ultime settimane abbiamo assistito al crollo dei prezzi delle criptovalute, il cui andamento è stato decisamente ribassista o, come si dice in gergo, bearish. Ma, mentre molti investitori stanno puntando l’attenzione sulla sfiducia espressa nei confronti di Bitcoin da Elon Musk e altri personaggi pubblici, c’è un aspetto che non viene considerato come meriterebbe. Si tratta dell’hash rate, ovvero l’unità di misura per la potenza di elaborazione della rete Bitcoin, che - come spiega Orlando Merone, Country Manager di Bitpanda (piattaforma tra i top del mercato che permette di investire nelle criptovalute più importanti, ma anche sull’oro e altri beni digitali) – sarebbe in netto declino. “L’hash rate è in declino, e molti ritengono che sia questo l’elemento che sta influenzando molto il mercato, anche se in maniera poco evidente”, conferma Merone. 

Tra le ragioni alla base dell’andamento ribassista delle criptovalute ci sono anche le limitazioni imposte al mining di Bitcoin in Cina. Ufficialmente le nuove politiche dei governi locali cinesi hanno lo scopo di diminuire le emissioni e permettere il raggiungimento degli obiettivi climatici del governo centrale. “La maggior parte dei più grandi hub cinesi di mining, infatti, si trovano in regioni che usano ancora energia ricavata dal carbone, il che rappresenta ovviamente un problema dal punto di vista ambientale”, spiega Merone. Che aggiunge: “Occorre però ricordare che proprio la Cina sta per lanciare la propria moneta digitale. Lo Yuan digitale, attualmente ancora in fase di test, sta infatti per essere adottato in tutto il Paese”. “E se le restrizioni avessero proprio lo scopo di limitare la concorrenza nei confronti del crypto asset statale?”, conclude lo strategist.  

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo