Quantcast

scenari | Comgest

L'approccio Esg europeo nel mercato azionario Usa

"Il tema principale per gli investimenti di capitale negli ultimi 3-5 anni è scegliere tra omnichannel e digital. Abbiamo visto spese per l'e-commerce e nella robotica". Il commento di Petra Daroczi

Sono in arrivo due anni difficili per Europa e Stati Uniti

"Al contrario di un approccio di esclusione o di best in class, a nostro avviso, l'approccio di integrazione Esg si adatta molto bene allo stock picking di società in crescita di qualità con un orizzonte di lungo termine". Il commento di Petra Daroczi, analista Esg di Comgest.

Ad esempio, nelle primissime fasi dello screening, identifichiamo i potenziali investimenti e consideriamo eventuali attività controverse. Una volta che un titolo è nel nostro universo, usiamo i criteri Esg per distinguere tra leader e ritardatari.

Il nostro rating Esg interno - chiamato Esg Quality Level - ha anche un impatto sulla valutazione, penalizzando le aziende che hanno un margine di miglioramento. Di conseguenza, siamo assenti o significativamente sottopesati in diversi settori e favoriamo le società con risultati ambientali o sociali positivi. La stragrande maggioranza della strategia azionaria statunitense è Esg Quality Level 2.

Tuttavia, utilizzando un approccio fondamentale dal basso verso l'alto, siamo andati oltre per testare le nostre partecipazioni nel caso in cui venisse introdotta, ad esempio, una tassa globale sul carbonio (carbon tax).

L'esercizio ha considerato una serie di scenari di prezzo e ha riscontrato che nel caso estremo di una tassa da 100 dollari, 6 società vedrebbero un impatto significativo sui loro margini di profitto, supponendo che non saranno in grado di trasferire questi costi extra ai loro clienti.

Lo consideriamo un esercizio lungimirante che può consentire di posizionare il portafoglio prima degli sviluppi normativi. Per aiutare a spiegare come l'analisi Esg e l'engagement hanno arricchito la nostra comprensione di due investimenti di lunga data ci focalizziamo sui due grandi retailer americani, Walmart e CostCo.

Il tema principale per gli investimenti di capitale negli ultimi 3-5 anni è scegliere tra omnichannel e digital. Abbiamo visto spese per l'adempimento dell'e-commerce (camion e magazzini), nella robotica (specialmente Walmart, con 5-6 progetti di robotica), nell'automazione e investimenti in siti web (sia CostCo che Walmart avevano bisogno di aggiornarsi al XXI secolo).

Questi investimenti appaiono nel rendiconto finanziario, e parzialmente nei conti profitti e perdite sotto la voce spese IT. È vero che l'investimento in asset fisici come la robotica o l'automazione o un sito web sofisticato è importante per guidare la crescita, ma non è l'unico ingrediente del successo.

Si consideri che Walmart impiega oltre 2 milioni di persone - al secondo posto negli USA, dopo gli occupati nella difesa - ed è in intensa competizione per i dipendenti con altri retailer. Basta guardare cosa sta succedendo proprio ora negli Stati Uniti: McDonalds offre 500 dollari di bonus d'ingresso!

Quindi come può assicurarsi di vincere la guerra per le risorse umane? La risposta è il social capex, che è fondamentalmente l'investimento che l'azienda compie nella sua forza lavoro. Alcuni degli elementi che consideriamo quando analizziamo il social capex sono per esempio se l'azienda paga un salario minimo più alto di quello richiesto, ammesso che lo preveda, o quanto investe nella formazione dei suoi dipendenti.

Su questo fronte, possiamo concordare che CostCo vincerà la gara perché ha aumentato il salario minimo da anni, e i dipendenti rimangono: la permanenza media è di 9 anni! Ma Walmart si sta attrezzando, e quello che ci piace particolarmente è che ha speso quasi 3 miliardi di dollari in 5 anni per migliorare le competenze dei dipendenti.

Questa “lente non finanziaria”, in realtà, spiega molto quando analizziamo la crescita delle vendite di Costco e Walmart. Il social capex consolidato di Costco è una delle ragioni per cui la sua crescita delle vendite è stata così costantemente elevata, tipicamente nell'intervallo 3-7%. Mentre Walmart, prima dell’insediamento del nuovo ceo nel 2014, aveva investito troppo poco nella formazione dei dipendenti e nell'esperienza del cliente. Invece, con gli investimenti salariali di cui sopra, ora le vendite hanno segnato un’accelerazione.

Ma qual è la performance ambientale di Walmart e CostCo? Nel caso di Walmart abbiamo esaminato il profilo di emissioni, il potenziale impatto sui margini di un prezzo del carbonio. Abbiamo anche fatto un’analisi profonda della catena di approvvigionamento e se questa conta per le emissioni complessive di Walmart. L'engagement ci ha davvero aiutato a formarci un'opinione sull'approccio di Walmart alla sostenibilità.

Per esempio, abbiamo appreso che nel quadro del loro impegno hanno chiesto a tutti i fornitori di essere trasparenti sui dati delle emissioni, con la possibilità di considerare anche di interrompere la collaborazione se un fornitore non si impegna in tali iniziative.

Questo potrebbe significare che sta emergendo un rischio nascosto nella catena di fornitura o nell’approvvigionamento? Può essere perché, come parte dell'engagement, Walmart ha assunto il grande impegno di diminuire le emissioni di scope 3 di un miliardo di tonnellate metriche nell'arco di 3 anni - equivalente a una riduzione del 15% all'anno.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo