Quantcast

Real estate

Savills Investment Management ristruttura il palazzo di Via della Moscova 33 a Milano

L’eccellenza Esg come obiettivo prioritario del progetto: l’edificio risponde ai requisiti NZEB (Nearly Zero Energy Building), utilizza oltre il 50% di energia prodotta da fonti rinnovabili ed è certificato Leed Gold

Savills Investment Management ristruttura il palazzo di Via della Moscova 33 a Milano

Cristiano Ronchi, Managing Director Italia di Savills Investment Management Sgr

Savills Investment Management Sgr - società di gestione di fondi di investimento immobiliari che fa parte del gruppo Savills IM, gestore internazionale di investimenti immobiliari - ha concluso le operazioni di ristrutturazione e riposizionamento dello storico palazzo di Via della Moscova 33 a Milano, di proprietà di Sericon Investment Fund.

Savills Investment Management Sgr si è avvalsa dell’importante contributo di Eurotekna che, oltre ad aver originato l’opportunità di investimento, ha agito in qualità di Development Advisor e Project & Construction Manager.

Curato da Asti Architetti, con il supporto di Buckley Gray Yeoman, il progetto - in cui storia e modernità si fondono appieno - è consistito nell’integrale riqualificazione dell’edificio con una nuova e più efficace articolazione degli spazi agli ultimi due piani; i lavori sono stati realizzati dall’impresa Carron Cav. Angelo S.p.A..

L’immobile, che si sviluppa su una superficie totale di circa 25.900 mq, è stato ristrutturato per poter ospitare sia attività retail (al piano terra, dove sono state realizzate vetrine a tutta altezza con affaccio su Via della Moscova e su Via Solferino) che uffici. Grazie all’advisory di GVA Redilco è stato locato il 75% degli spazi uffici a Loro Piana, compresa la magnifica corte interna, e negli ultimi giorni sono stati sottoscritti altri due contratti di locazione - con Flexform S.p.A. e Calligaris Group (per i brand Calligaris, Ditre Italia e Luceplan) - per due unità retail; si stanno altresì definendo accordi con altri importanti tenant interessati ai rimanenti spazi.

Il progetto di ristrutturazione si è concentrato su interventi di miglioramento sismico e di efficientamento energetico, avvenuto grazie all’utilizzo della geotermia per il riscaldamento ed il raffrescamento degli spazi, all’installazione di un importante impianto fotovoltaico sul tetto (misure che insieme permettono di produrre oltre il 50% dell’energia necessaria da fonti rinnovabili), e sull’utilizzo di materiali sostenibili, per tipologia e provenienza, e di tecnologia LED per tutti gli impianti di illuminazione. Grazie all’adozione di questi interventi, l’edificio risponde agli standard Nearly Zero Energy Building (NZEB), ha ottenuto la certificazione LEED Gold ed è qualificato per ottenere la certificazione Well.

Il recupero di questo immobile ha anche una forte valenza storica per la città di Milano. Fu infatti realizzato da una cooperativa operante nel commercio della seta e utilizzato per il commercio e lo stoccaggio di rotoli di questo tessuto, i quali venivano posti nella corte centrale già dotata di copertura vetrata, fin dalla sua costruzione, nel 1903. Intorno al 1924 la cooperativa si trasformò poi in una banca e da lì fino all’attuale ristrutturazione l’immobile è sempre stato sede di istituti finanziari.

La fine dei lavori è stata celebrata con un evento speciale, unico per il settore e nel suo genere (svoltosi a porte chiuse, per via delle restrizioni imposte dall’emergenza pandemica), caratterizzato da un elegante e tecnologico lighting design con giochi di luce e di performance artistiche, durante il quale il rinomato “Cortile della Seta” ha ripreso vita. Il video relativo all’evento è disponibile sul sito www.moscova33.com.

Cristiano Ronchi, Managing Director Italia di Savills Investment Management Sgr, ha dichiarato: “Quella di Moscova 33 è una operazione unica di riqualificazione e letting di cui siamo particolarmente orgogliosi. Restituisce alla città di Milano un edificio che è parte integrante della sua storia, ridandogli vita e una bellezza fatta di recupero dell’originale unita alla modernità funzionale. Moscova 33 ospiterà società di eccellenza che andranno a corroborare ulteriormente la vocazione moda, design e artistica della zona. Crediamo che Moscova 33 possa dare un ulteriore segnale di ripartenza alla città, che viene - come tutto il Paese - da mesi particolarmente difficili”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo