Quantcast

Gestioni passive

BlackRock: flussi Etp in agosto in forte crescita rispetto a luglio

Vanno forte gli azionari, con tecnologici e healthcare, in calo le materie prime

Tra Etf e consulenza finanziaria è scoccata la scintilla

Secondo il BlackRock Etp Landscape Report, nel mese di agosto i flussi globali degli Etp hanno raggiunto i 90,8 miliardi di dollari, in netto progresso rispetto ai 77,3 miliardi di dollari registrati a luglio. Nonostante l'instabilità del mercato i flussi azionari hanno raggiunto i 66,2 miliardi di dollari, in crescita rispetto ai 53,3 miliardi di luglio. I flussi sul reddito fisso sono rimasti stabili a 23,6 miliardi di dollari, mentre gli Etp sulle materie prime hanno registrato il loro terzo mese consecutivo di deflussi (-1,9 miliardi di dollari). Guardando in profondità ai trend mensili, si osserva il perdurare della rotazione verso gli investimenti difensivi, con afflussi orientati verso gli Etp tecnologici e sull’healthcare rispetto ai settori ciclici. Ciò è avvenuto anche nel reddito fisso, con Etp sui tassi e il credito investment grade (IG) a guidare gli afflussi. 

La rotazione difensiva continua

Con l'aumento dei flussi azionari in agosto, gli investitori hanno mostrato una chiara preferenza per le esposizioni “quality” e difensive. In termini di mercati geografici, gli Etp azionari statunitensi hanno rappresentato il 72% dei flussi azionari totali (48,3 miliardi di dollari) rispetto al 47% del mese di luglio (25,1 miliardi di dollari). Le allocazioni nette verso i mercati emergenti (EM), Giappone e Europa - che hanno una tendenza ciclica - hanno costituito solo il 5% dei flussi azionari in agosto (3,1 miliardi di dollari) rispetto al 18% del mese di luglio. All'interno di queste aree più cicliche, gli Etp azionari emergenti hanno registrato i maggiori afflussi, pari a   3,1 miliardi di dollari.

La preferenza per i titoli difensivi ha rappresentato anche un tema chiave nei flussi settoriali e fattoriali nel mese di agosto. L'acquisto di Etp tecnologici e sull’healthcare è continuato, con una raccolta rispettivamente di 4,8 e 2,7 miliardi di dollari. I flussi nei settori ciclici sono diminuiti, con i maggiori deflussi registrati dagli Etp sul settore industriale (-1,5 miliardi di dollari) e energetico (-1,3 miliardi di dollari), nonostante la controtendenza registrata dai titoli finanziari, con una raccolta di 2,9 miliardi di dollari.

“Quality” è stato l'unico fattore a registrare flussi in ingresso nel mese di agosto (1,8 miliardi di dollari), come nel mese di luglio, quando gli investitori hanno aggiunto 2,9 miliardi di dollari. Al contrario, nel mese di agosto gli Etp Value hanno registrato deflussi per 0,4 miliardi di dollari, dopo i 2,4 miliardi di dollari in uscita a luglio.

Nuovamente verso il credito

Anche in agosto i flussi degli Etp Fixed Income hanno evidenziato una preferenza per le esposizioni difensive e di qualità superiore. I tassi (5,2 miliardi di dollari) e l’investment grade (6,4 miliardi di dollari) sono state le esposizioni più popolari, con afflussi sull’investment grade superiori di circa 9 volte rispetto al mese precedente. Anche gli Etp sul credito high yield (HY) hanno raccolto 1,2 miliardi di dollari, invertendo i deflussi di 1,0 miliardi di dollari di luglio. Nonostante le aspettative di bassa inflazione, gli Etp obbligazionari inflation linked hanno continuato a registrare afflussi (3,7 miliardi di dollari), anche se leggermente inferiori rispetto al mese di luglio (4,5 miliardi di dollari).

Sempre nel reddito fisso, gli Etp sul debito dei mercati emergenti (EMD) hanno registrato fuoriuscite per 0,9 miliardi di dollari, registrando il primo mese di deflussi per l'esposizione dal record negativo di 8,1 miliardi di dollari del marzo 2020.

Le materie prime vacillano

Le vendite sulle commodity sono proseguite anche ad agosto, segnando un terzo mese consecutivo con il segno negativo, con 1,9 miliardi di dollari di deflussi, i più consistenti da marzo (-6,3 miliardi di dollari). I deflussi sono stati guidati dalle vendite sull'oro per 1,3 miliardi di dollari, ma si sono registrati deflussi in tutti i segmenti (in contrasto con giugno e luglio, quando piccoli afflussi sull’oro e su esposizioni allargate avevano contribuito a compensare i deflussi da altre esposizioni).

I flussi sulle materie prime hanno continuato a divergere su base regionale, ricalcando le tendenze di luglio: gli Etp quotati negli Stati Uniti hanno registrato vendite per 2,1 miliardi di dollari, mentre gli Etp quotati nell'area EMEA hanno registrato afflussi per 0,4 miliardi di dollari. In contrasto con i deflussi a livello globale, il forte acquisto di Etp sull'oro ha fatto sì che l'esposizione abbia rappresentato quasi la totalità della raccolta degli Etp sulle materie prime quotati nell'EMEA, con 0,6 miliardi di dollari in ingresso ad agosto (oltre agli 1,0 miliardi di dollari di luglio).

Da inizio anno, i flussi netti negli Etp sulle materie prime rimangono in territorio negativo, con 3,3 miliardi di dollari di deflussi complessivi, soprattutto dagli Etp su oro e petrolio.

In crescita i flussi sugli Etp sostenibili

Nel mese di agosto la raccolta degli Etp sostenibili è stata modesta, con afflussi netti per i prodotti quotati negli Stati Uniti e nell'area EMEA in calo a 8,3 miliardi di dollari rispetto ai 12,2 miliardi del mese di luglio. Di conseguenza, agosto è stato il secondo mese di minori afflussi di quest'anno per gli Etp sostenibili, superando solo i 5,8 miliardi di dollari di maggio.

La maggior parte dei flussi sostenibili del mese di agosto si è orientata verso i prodotti quotati nell'area EMEA, che hanno registrato 5,3 miliardi di afflussi netti. Gli acquisti sono stati dominati dagli Etp "ESG Best-in-Class", con 3,3 miliardi di dollari di afflussi tra azionari globali (1 miliardo di dollari), azionari statunitensi (0,8 miliardi di dollari) ed esposizioni a reddito fisso europee (0,6 miliardi di dollari). Le strategie climatiche hanno contribuito con 0,5 miliardi di dollari di afflussi per gli Etp quotati nell'area EMEA nel mese di agosto, il terzo mese di maggiori afflussi di quest'anno e dato più consistente dal record di 0,8 miliardi di dollari di marzo.

Analizzando i flussi degli Etp sostenibili quotati negli Stati Uniti nel mese di agosto (2,9 miliardi di dollari), la riduzione degli acquisti di strategie ottimizzate ESG ha rappresentato il fattore chiave della contrazione. Seppur gli Etp ESG ottimizzati abbiano dominato i flussi nei mesi precedenti, ad agosto hanno registrato una raccolta di 0,9 miliardi di dollari rispetto ai 2,1 miliardi di dollari di luglio. Le strategie climatiche quotate negli Stati Uniti hanno registrato afflussi di 0,5 miliardi di dollari, mentre i flussi sulle strategie “screened”, ovvero con filtri di selezione, hanno raggiunto 0,4 miliardi di dollari, vicino al loro record mensile assoluto stabilito nel febbraio di quest'anno (0,5 miliardi di dollari).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo