Quantcast

Tendenze

Criptovalute, 3.200 nuovi token creati dall’inizio dell’anno

Nei primi sei mesi del 2021 investimenti record sul settore: 8,7 miliardi di dollari

I bitcoin alzano la temperatura globale

La crescita (o la bolla, secondo molti osservatori) delle criptovalute prosegue senza sosta. Secondo dati Kpmg riportati dal Sole 24 Ore, nella prima metà del 2021, il controvalore delle mosse di Venture Capital, Private Equity ed M&A nella cryptoeconomy è balzato a circa 8,7 miliardi di dollari. Una somma che, da un lato, è il doppio di quanto realizzato nell'intero 2020 (4,3 miliardi); e che, dall'altro, supera il precedente record (sempre annuale) fatto registrare nel 2018 con 7,2 miliardi di dollari. Si tratta di un numero il quale, al di là del singolo dato in sé, segnala come il settore inizi a diventare maturo. «Siamo di fronte- spiega Andrea Medri, direttore della piattaforma centralizzata di scambi in cripto asset The Rock Trading, intervistato dal Sole – al sempre maggiore impegno degli investitori tradizionali. Un tempo questi, seppure interessati al comparto, se ne tenevano a distanza. Anche perché lo consideravano troppo rischioso». Adesso invece, grazie alla stessa entrata in vigore di norme quali ad esempio quella sull’antiriciclaggio, «le preoccupazioni sono diminuite e gli investimenti aumentano».

«A ben vedere – riprende Medri – un key driver su questo fronte è certamente costituito dall’evoluzione delle tecnologie applicate alla blockchain». Fino a un po’ di tempo fa, perlomeno al di fuori degli addetti ai lavori, il mondo delle cryptocurrency era ricondotto quasi esclusivamente agli asset d’investimento. La criptosfera veniva rappresentata dal bitcoin e dalla sua evoluzione: da moneta anti-sistema a riserva di valore in qualità di oro digitale. Adesso le cose sono cambiate. In primis si punta maggiormente all’operatività legata ai cripto asset (ad esempio, sistemi per la loro custodia e immagazzinamento). Inoltre, fors’anche più rilevante, aumenta di giorno in giorno l’interesse per le molteplici applicazioni della catena di blocco.

I contratti intelligenti

Tanto che non stupisce la crescente importanza di realtà come ethereum il quale, avendo una struttura flessibile, consente una più agevole realizzazione degli smart contract. Cioè: software che, da un lato, recepiscono i contenuti di un contratto tra due parti in modo da eseguirlo in automatico (se le sue condizioni si avverano); e che dall’altro, sfruttando la catena di blocco, non richiedono la presenza di un terzo soggetto a garanzia dell’esecuzione stessa. «Quello degli smart contract -sottolinea Andrea Conso, avvocato esperto di cripto asset dello studio Annunziata&Conso – è un settore molto promettente, in particolare perché consente di ridurre molto i costi operativi». Un esempio? I cosiddetti “Non fungible token” (Nft). «Si tratta, a ben vedere, di una sorta di certificato che può attestare diverse caratteristiche: dalla unicità di un bene fino alla titolarità dello stesso in capo ad una determinata persona». Certo: adesso costituiscono una moda e, però, «l’innovazione tecnologica sottostante è importante. Basta, in tal senso, pensare alle applicazioni nelle opere d’arte o nella musica»

Fin qui alcune suggestioni su investimenti e catena di blocco. La nuova normalità, o presunta tale, del 2021 è tuttavia caratterizzata da un ulteriore aspetto: il boom di emissioni di token. Secondo i calcoli effettuati -insieme al Sole24ore- dall’esperto di criptoasset Federico Izzi, i nuovi “gettoni” digitali creati, da inizio anno ad oggi (19/8/2021), sono (analizzando i dati di Coinmarketcap) più di 3.200. Un numero record. Al che si pone la domanda: perché questo trend? Il fenomeno è causato da un mix di fattori. Dapprima ha certamente giocato un ruolo il balzo delle quotazioni del bitcoin. Un trend che, al di là della forte volatilità dell’asset, ha contribuito ad aumentare la popolarità della cryptoeconomy. In un simile contesto singoli operatori (spesso improvvisati) o istituzionali si sono convinti ad emettere nuovi token per finanziare i loro progetti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo