Quantcast

Sindacati

La denuncia di Fabi: troppe pressioni commerciali sui dipendenti

Sileoni: il rischio è che vengano collocati prodotti finanziari non adatti al profilo del cliente

Fabi, appello alla LagardeNo a regole su crediti malati

Lando Maria Sileoni, segretario generale della Fabi

Fabi chiede l’intervento della commissione parlamentare d’inchiesta sulle banche presieduta da Carla Ruocco. È quanto riportato da Plus 24.  «Vogliamo che i politici sappiano cosa avviene nelle filiali delle banche – ha affermato Lando Maria Sileoni, segretario generale del sindacato Fabi, quello con la rappresentanza più ampia fra i lavoratori bancari –. La pressione commerciale sui dipendenti, negli ultimi tempi, sta aumentando tantissimo. Il rischio è che poi vengano collocati prodotti finanziari non adatti al profilo del cliente. Infatti si può essere nella forma apparentemente corretti e inappuntabili, ma poi nella sostanza e nella quotidianità fortemente scorretti. Non vogliamo che si ripetano di nuovo i casi delle due banche venete e delle quattro ex bridge bank (Banca Marche, Banca Etruria, CariFerrara e CariChieti, ndr), quando in tutta Italia si parlò di risparmio tradito».

A far esplodere di nuovo il “mal di budget” è stata la raffica di comunicati congiunti delle sigle sindacali (Fabi-FirstCisl-FisacCgil-Uilca -Unisin) che negli ultimi mesi sono apparsi sulle bacheche soprattutto dei coordinamenti territoriali e regionali. Prese di posizioni molto dure, già documentate su Plus24 del 10 luglio scorso, che hanno lanciato un allarme su quanto sta accadendo allo sportello, in particolare sulle proposte di polizze agganciate ai mutui.

«È importante che il mondo politico venga a conoscenza delle pressioni commerciali sui dipendenti bancari – ribadisce Sileoni – così un domani non potranno dire di non essere stati avvertiti». E aggiunge: «Non vogliamo più vedere scene di piazza come quelle che si sono verificate in anni recenti con i risparmiatori arrabbiati».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo