Quantcast

scenari | lombard odier

Elezioni Germania: un'occasione per consolidare il progetto Ue

"Gli ammiratori attribuiscono alla leadership della signora Merkel il merito di aver stabilizzato le risposte dell'Unione europea alla crisi finanziaria del 2008 ". Il commento di Stéphane Monier

Le paure di Angela

La cancelliera tedesca, Angela Merkel

"Quando gli elettori tedeschi voteranno il 26 settembre, gireranno la pagina sui quasi 16 anni di cancelleria di Angela Merkel. In gioco c'è la leadership della più grande economia dell'Unione europea, che rappresenta oltre un quinto del prodotto interno lordo totale del blocco, e una posizione che ha fornito un ruolo centrale nella stabilizzazione di una serie di crisi finanziarie". Il commento di Stéphane Monier, cio di Lombard Odier.

La cancelliera Merkel è sopravvissuto a quasi tutti i pari politici. Quando è entrata in carica nel 2005, tra i suoi contemporanei c'erano George W. Bush, Jacques Chirac e Tony Blair. Solo il russo Vladimir Putin e il turco Recep Tayyip Erdogan sono ancora al potere.

Dopo le elezioni, Merkel manterrà la sua promessa dell'ottobre 2018 di dimettersi. L'ex fisico della Germania dell'Est ha guidato la Germania attraverso quattro amministrazioni e una serie di emergenze economiche, costruendosi una reputazione di gestione competente nel processo.

Gli ammiratori attribuiscono alla leadership della signora Merkel il merito di aver stabilizzato le risposte dell'Unione europea alla crisi finanziaria del 2008 e di aver salvato la zona euro nella crisi del debito del 2013. Più di recente nella pandemia di Covid, la Germania ha contribuito a trovare una soluzione fiscale comune, creando uno storico fondo di salvataggio che consente alla Commissione europea di emettere debito a basso interesse per sostenere le economie del blocco. Anche se il Recovery Fund non diventa un meccanismo permanente dell'Ue, ponendo fine al tabù sull'espansione fiscale, crea un quadro per la mutualizzazione del debito di emergenza.

Durante il suo mandato, la cancelliera Merkel ha affrontato sfide alla democrazia liberale da Russia e Cina, ha assistito all'ascesa della destra populista in Germania, così come nei vicini Ungheria e Polonia, all'uscita del Regno Unito dall'UE e a quattro anni di rapporto instabile degli Stati Uniti con l'amministrazione Trump. Il Cancelliere ha proseguito con il gasdotto Nord Stream 2 per fornire alla Germania gas russo e ha compiuto sforzi intermittenti per affrontare le implicazioni a lungo termine del cambiamento climatico.

I critici accusano il cancelliere tedesco più longevo dai tempi di Konrad Adenauer di aver messo un compromesso prima delle condanne. Il paese ha coniato il verbo "merkeln", che significa evitare decisioni e dichiarazioni controverse. Il cancelliere uscente è anche criticato per non aver articolato un piano strategico per l'UE e per aver prolungato l'austerità sulla scia della crisi del debito dell'eurozona.

A casa, una delle misure più controverse della signora Merkel sarà ricordata come la crisi dei rifugiati del 2015, quando disse ai tedeschi "wir schaffen das", o possiamo farcela, e aprì i confini del paese ai richiedenti asilo. Ha poi negoziato un accordo con l'UE nel 2016 che ha pagato alla Turchia circa 6 miliardi di euro per impedire ai rifugiati di attraversare i suoi confini con la Grecia. Nel 2019/20, la Germania ha rappresentato quasi il 25% dei richiedenti asilo per la prima volta nell'UE.

Scelta multipla

Le ultime elezioni federali, nel 2017, hanno innescato più di cinque mesi di colloqui che alla fine hanno creato un'alleanza tra l'Unione Cristiano Democratica (CDU) del Cancelliere Merkel con il suo alleato Unione Cristiano Sociale e il Partito Social Democratico (SPD).

Quattro anni dopo il Paese si trova di fronte a una scelta di sei grandi partiti che porterà inevitabilmente a negoziati per una coalizione. Gli elettori tedeschi hanno espresso due voti, uno per un candidato del collegio elettorale locale, eletto per rappresentare la regione direttamente al parlamento nazionale, o Bundestag, e un secondo per un partito che assegna proporzionalmente i seggi.

I sondaggi di opinione suggeriscono che una coalizione a tre partiti è il risultato più probabile. Se accurato, sarebbe il primo governo tripartito da quando Konrad Adenauer ha guidato la CDU in una coalizione dal 1949 al 1957. Per rendere il risultato ancora più difficile da prevedere, i tre maggiori partiti, CDU/CSU, SPD e Verdi, hanno condotto sondaggi di opinione in momenti diversi nelle ultime settimane e non ci sono due partiti pronti a raccogliere abbastanza voti per un'alleanza bidirezionale e politicamente centrista.

La CDU, che è stata al governo per più di cinque degli ultimi sette decenni, potrebbe finire esclusa dal potere. Il successore della CDU del cancelliere Merkel, Armin Laschet, sta registrando scarsi voti a livello personale, in linea con il partito. I suoi sostenitori indicano un track record di vittorie elettorali da dietro.

Impatto post-elettorale

La SPD, come pubblichiamo, conduce sondaggi di opinione aggregati con una stima del 25% dei voti. Con la CDU/CSU intorno al 20% e i Verdi con il 17% circa del totale, nessun partito potrebbe formare un governo. Nei sondaggi sui singoli leader di partito, che non sono eletti direttamente, il leader del partito SPD Olaf Scholz attira costantemente più consensi dagli elettori tedeschi rispetto ai suoi due rivali messi insieme (vedi profili) e sembrava mantenere tale vantaggio in un dibattito televisivo il 12 settembre.

L'evidenza aneddotica mostra che la corsa è serrata. In un sondaggio informale sulla mia pagina LinkedIn, il 43% degli intervistati ha previsto una vittoria di misura CDU/CSU, rispetto al 41% che si aspettava una vittoria SPD. In questa fase, il risultato più probabile vedrebbe il signor Scholz della SPD guidare una coalizione.

Maggiore è il sostegno all'Sdp, maggiore è la probabilità che la Germania diventi fiscalmente più generosa. Il partito è favorevole a rendere il Recovery Fund dell'UE un meccanismo permanente e una maggiore integrazione europea. Sul fronte interno, Spd e Verdi concordano sull'aumento della paga oraria minima (da 9,6 euro da luglio a 12 euro) e sull'investimento in energie rinnovabili e veicoli.

L'economia tedesca è in prima linea nella ripresa economica dell'UE. La crescita del PIL del paese nel secondo trimestre del 2021 ha raggiunto l'1,6% con l'aumento della spesa. L'inflazione al consumo tedesca ha raggiunto il massimo da 13 anni del 3,4% ad agosto, poiché l'economia ha registrato un'accelerazione della domanda e dei limiti dell'offerta mentre l'attività commerciale si normalizzava. In risposta al miglioramento della crescita della zona euro, la scorsa settimana la Banca centrale europea ha dichiarato che inizierà a ritirare il suo stimolo alla pandemia di emergenza rallentando gli acquisti di asset.

Il titolo di Stato di riferimento del paese è più sensibile ai cambiamenti di politica della BCE rispetto al ciclo delle elezioni federali. Il Bund tedesco a 10 anni ha reso -0,33% come pubblichiamo, da un massimo quest'anno di -0,10% a maggio. Con la ripresa delle economie della regione, vediamo il Bund a 10 anni entrare in territorio positivo, raggiungendo il +0,25% entro i prossimi 12 mesi.

Rimaniamo positivi sulle prospettive per le azioni paneuropee, che stanno beneficiando di un rimbalzo della crescita ciclica. Le implicazioni per l'euro sembrano limitate. Sebbene possiamo vedere una certa volatilità a breve termine mentre le parti vincenti negoziano un accordo per formare un governo, il processo non pone alcun rischio per la valuta comune perché un'eventuale coalizione dovrebbe mantenere la Germania sia pro-europea che stabile dal punto di vista fiscale.

Mentre la personalità che guida la Germania sta per cambiare, le implicazioni per la politica europea appaiono minime. La prossima leadership politica della Germania promette coerenza a livello dell'UE; il test sarà fino a che punto un eventuale nuovo governo guida la politica comune e se fa una differenza a lungo termine per le obiezioni di vecchia data del paese a investimenti fiscali più ampi. 
 
 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo