Quantcast

Analisi

World InsurTech Report 2021: crescono maturità e customer adoption di InsurTech e BigTech

Per Capgemini grazie a un accesso senza precedenti agli investimenti il 50% dei clienti del settore assicurativo prenderebbe in considerazione la possibilità di stipulare una polizza con player digitali di nuova generazione

Unipol Sai ospita  il convegno della Uilca sul futuro digitale delle assicurazioni

Secondo il nuovo “World Insurtech Report 2021” di Capgemini, pubblicato in collaborazione con Efma, un accesso senza precedenti agli investimenti favorisce maturità e customer adoption di InsurTech e BigTech. Per la prima volta, infatti, il 50% dei clienti del settore assicurativo prenderebbe in considerazione la possibilità di stipulare una polizza con player digitali di nuova generazione.

I player digitali di nuova generazione stanno offrendo servizi sempre più personalizzati e con una migliore customer experience, incrementando così il loro grado di maturità e la customer adoption. 

Le compagnie assicurative tradizionali rispondono rafforzando le loro competenze in ambito tecnologico, stringendo partnership o acquisendo aziende InsurTech, per passare da “fare digital” a “essere digital”.

I giganti della tecnologia e le InsurTech hanno ricevuto ingenti fondi in termini di capital allocation da parte degli investitori e stanno potenziando le loro competenze digitali, rafforzando così il loro ruolo di frontrunner dell’innovazione. Tra il 2018 e il 2020, le cinque maggiori aziende tecnologiche e una famosa casa automobilistica che offre servizi assicurativi hanno superato di quasi 2,5 volte la capitalizzazione di mercato totale delle 30 maggiori compagnie assicurative a livello globale del 2020.  Entro la fine dello stesso anno, la capitalizzazione di mercato totale delle InsurTech quotate ha superato i 22 miliardi di dollari.

La pandemia di COVID-19 è stata un catalizzatore per quanto riguarda la propensione dei clienti a sottoscrivere una polizza assicurativa (+7%), sempre più spesso rivolgendosi a compagnie che offrono un customer journey con il migliore approccio “CARE” (Convenience, Advice, Reach, ovvero praticità, consulenza e prossimità).

Le InsurTech stanno sfruttando l’afflusso di capitale degli investitori per migliorare ulteriormente le loro offerte CARE attraverso le tecnologie digitali, tra cui AI/predictive modelling, advanced data analytics, API/open insurance e IoT/dispositivi connessi. Le InsurTech sono attente alle aspettative dei clienti e, se da un lato la praticità è stata per qualche tempo al centro delle proposte InsurTech, dall’altro le priorità stanno cambiando a favore della prossimità.

Il settore assicurativo si sta spostando dalla vendita del prodotto a un approccio CARE e di customer protection. Il report di Capgemini ed Efma ipotizza due scenari emergenti, favoriti dal continuo accesso al capitale: 

1.      Assicurazione integrata come valore aggiunto all’interno di ecosistemi terzi: La copertura assicurativa viene incorporata nel punto vendita o nel punto di servizio, diventando virtualmente invisibile. Questo modello di business si evolve verso una proposta B2B2C, in cui i partner dell’ecosistema controllano le relazioni con i clienti.

2.      Valore aggiunto al centro di offerte complesse: Le compagnie assicurative si evolvono dalla vendita di prodotti all’utilizzo della formula CARE, attraverso proposte di copertura assicurativa e prevenzione abilitate dall’AI e dall’analisi dei dati.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo