Quantcast

Strategie

Intesa Sanpaolo, Messina: il nostro Wealth Management & Protection di successo

Presentata a Milano l’attività del gruppo. Il Ceo: abbiamo saputo crescere mediante la gestione del risparmio, la consulenza finanziaria e patrimoniale ed il business assicurativo. Corcos, ad Fideuram, e Perissinotto, ad Eurizon, puntano all’espansione anche all’estero

Carlo Messina, ceo di Intesa Sanpaolo

Carlo Messina, ceo di Intesa Sanpaolo

«Fin dal Piano d'Impresa presentato nel 2014, il nostro gruppo si è riposizionato in maniera decisa, puntando con forza sulle attività di asset management, private banking ed assicurazione». Lo ha affermato il ceo di Intesa Sanpaolo, Carlo Messina, nel corso della conferenza stampa ‘Intesa Sanpaolo – Una wealth management & protection company di successo’. «Avendo intuito il progressivo calo dei tassi d'interesse e le difficoltà nel conseguire significativi ricavi dall'attività creditizia tradizionale, abbiamo saputo crescere mediante la gestione del risparmio, la consulenza finanziaria e patrimoniale ed il business assicurativo, tanto da poterci oggi collocare ai vertici in Europa per solidità, efficienza e redditività» ha aggiunto Messina. «I dati al 30 giugno 2021, infatti, hanno evidenziato come Intesa Sanpaolo sia il gruppo meglio attrezzato per affrontare le sfide future, grazie ad un eccellente profilo di rischio con un Leverage ratio al 6,9%, un NPL ratio ai livelli più bassi dal 2007 e l'obiettivo del Piano d'Impresa 2018-2021 di riduzione dei crediti deteriorati superato con un anno di anticipo. Grazie, altresì, ad una solida patrimonializzazione, superiore ai requisiti regolamentari (+200bp rispetto agli altri istituti), che ci ha consentito di superare brillantemente anche gli ultimi stress test EBA/BCE e a un'elevata efficienza operativa, con un Cost Income ratio tra i migliori in Europa al 49,2%». Messina ha anche fatto riferimento al prossimo Piano d'Impresa che sarà presentato nel febbraio 2022. "La capacità di Intesa Sanpaolo di raggiungere e superare gli obiettivi, anche in un periodo di eccezionale complessità, troverà conferma nel prossimo Piano d'Impresa 2022-2025, che presenteremo il prossimo febbraio e che vedrà ancora il nostro Gruppo nel ruolo di motore della crescita sostenibile e inclusiva, grazie al profondo radicamento della divisione Banca dei Territori nel tessuto dell'economia italiana, alla solidità della divisione IMI C&IB, alla dimensione internazionale del nostro gruppo, attraverso le nostre Banche Estere e all'unicità del modello di business Wealth Management & Protection, che risulta vincente in un paese come l'Italia dove lo stock di Attività Finanziarie delle famiglie a fine 2020 ammontava a 4.777 miliardi, pari a 2,9 volte il Pil nominale".
Tommaso Corcos, ad di Fideuram - Intesa Sanpaolo Private Banking e responsabile della Divisione Private Banking, ha indicato che ben 40 miliardi di euro di masse su un totale di 327 miliardi di masse gestite sono realizzati all’estero. «Vogliamo crescere fuori dai confini. Noi siamo sempre interessati a eventuali piccole acquisizioni» ha aggiunto. Oltre all'internazionalizzazione, tra le leve di crescita futura il gruppo punta alla sostenibilità, ai servizi e alla digitalizzazione. «Come leader abbiamo la responsabilità di portare avanti battaglie per veicolare il risparmio degli italiani verso l'economia reale in un momento in cui è necessario un affiancamento degli investimenti privati a quelli pubblici per favorire la trasformazione di determinati settori. Rispetto ai competitor, spesso con portafogli più sbilanciati su qualche componente, i nostri investimenti sono equilibrati. Ad esempio la liquidità dei nostri clienti e' attorno al 13% contro una media sopra il 30% della concorrenza. In più i competitor spingono verso la componente assicurativa, noi invece diversifichiamo» ha aggiunto Corcos. Anche l’ad di Eurizon Saverio Perissinotto ha parlato di obiettivi internazionali: «Eurizon, pur avendo solide radici domestiche, è interessata a crescere fuori dai confini nazionali. La società vanta un cromosoma: un insieme di team multilingue che lavorano assieme per contribuire alla visione di mercato. Quando penso alle nuove generazioni, ribadisco che possiamo offrire una carriera internazionale». Eurizon gestisce circa 426 miliardi e all'estero realizza poco meno di 60 miliardi.

Clicca qui per vedere le presentazioni della conferenza stampa di Intesa Sanpaolo:

Tommaso Corcos

Saverio Perissinotto

Rossella Locatelli

Nicola Fioravanti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo