Quantcast

Immobiliare

Bergamo: il mercato riparte da spazi più grandi nelle zone periferiche

Boom nella domanda di locazioni rispetto al periodo pre-pandemico. Cambiano le esigenze abitative: quadrilocali e soluzioni indipendenti per chi acquista; bilocali per chi affitta. Prezzi delle case in vendita in rialzo del 6,8% su base annua; stabili i canoni di locazione

Immobiliare, investitori istituzionali a caccia di uffici

Il settore immobiliare bergamasco mostra segnali di ripresa dopo il Covid-19 soprattutto per quanto riguarda il mercato dell’affitto. La domanda di abitazioni in locazione è più che raddoppiata (+133%) rispetto al II trimestre 2020, l’ultimo trimestre “normale” rilevato prima della pandemia. È quanto rileva il focus sul mercato bergamasco della casa presentato da idealista, il portale immobiliare leader per sviluppo tecnologico in Italia, a margine di CompeteRE svoltosi oggi nel capoluogo bergamasco.

Per acquistare casa a Bergamo al termine del terzo trimestre 2021 sono stati richiesti in media 2.116 euro al metro quadro, il livello massimo toccato dai prezzi in città negli ultimi cinque anni, mentre per l'affitto la richiesta media è stata di 10,1 euro mensili. Prezzi delle case in rialzo del 6,8% nel capoluogo lombardo, mentre il costo delle locazioni è stabile nello stesso periodo di analisi ma la forte richiesta registrata nell’ultimo trimestre lascia presumere incrementi nei prossimi mesi.


Compravendite

Le esigenze di chi cerca casa a Bergamo sono cambiate nel corso della pandemia: quadrilocali e soluzioni indipendenti nelle zone periferiche e nell’hinterland. Si tende a privilegiare spazi più grandi come mostra l’incremento del 18% delle ricerche di immobili con metrature da 101 ai 150 metri quadri rispetto all’ultimo trimestre pre pandemico e addirittura un incremento 42% delle ricerche di immobili con metrature superiori ai 250 m2  rispetto allo stesso periodo considerato.

Guardando a com’è cambiata la domanda rispetto a prima del Covid, l’interesse si è spostato dal centro verso i quartieri semi periferici e periferici al sud della città come Campagnola, Villaggio degli Sposi, Grumello e Boccaleone dove si le tipologie più richieste sono quadrilocali – la soluzione in assoluto più richiesta dai Bergamaschi per l’acquisto - o soluzioni indipendenti.

Le valutazioni al metro quadro più elevate - secondo i dati dell’Ufficio Studi del portale – spettano ai rioni della Città Alta come Borgo Pignolo (3.122 euro/m2), Sant’Alessandro (2.650 euro/m2) e Santa Lucia (2.556 euro/m2). Il Centro si attesta poco sopra i 2.500 euro al metro quadro. Nella parte bassa della graduatoria dei valori di Bergamo, Campagnola è il quartiere più economico con 1.063 euro davanti a Celadina (1.246 euro/m2) e Malpensata (1.473 euro/m2).

Affitti

La domanda accumulata durante le varie fasi della pandemia si sta riversando ora sul mercato degli affitti che vivono un periodo grande fermento. Particolarmente richiesti sono i trilocali a Borgo Santa Caterina-Redona e di soluzioni indipendenti nel quartiere Valtesse-Monterosso, entrambe le zone sono situate nel quadrante nord-est della città. Le zone popolari di Colognola-San Tomaso-Carnovali, Malpensata e Campagnola si confermano tra le più gettonate anche per l’affitto. In questi casi è il monolocale la tipologia più interessante per gli utenti.

I prezzi di richiesta più elevati si trovano nel quartiere Longuelo (11,4 euro/m2), mentre San Paolo (8 euro/m2) e Santa Lucia (8,8 euro/m2) sono le zone più economiche della città.

La tipologia più richiesta dagli utenti di Bergamo per l’affitto è il bilocale.

Secondo Luca Frassi, Co-CEO di idealista: “La domanda per il settore residenziale ha ripreso vigore a partire dal secondo trimestre di quest’anno confermando la volontà di cambiamento da parte di molti bergamaschi per meglio adattarsi alle nuove necessità abitative sorte durante la pandemia. I dati evidenziano che le scelte degli acquirenti sono guidate da un’esigenza di maggiore spazio e per questo i flussi si stanno spostando dal centro verso le periferie della città. quelle che presentano il miglior rapporto qualità prezzo. L’indice di dinamicità dell’affitto è molto elevato negli ultimi mesi. Il mercato tende a privilegiare prodotti di piccole dimensioni, in posizioni strategiche che permettono facili collegamenti verso le zone centrali o lavorative”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo