Quantcast

dati Assogestioni

Intesa Sanpaolo, record a settembre
Bene Anima, Deutsche Bank e Schroders

Nel ranking dei deflussi invece fanno capolino Poste Italiane, Generali, Amundi Group e Allianz

Intesa Sanpaolo, record a settembreBene Anima, Deutsche Bank e Schroders

L’industria del risparmio gestito ha raccolto a settembre 31 milioni di euro (+67 miliardi il dato registrato da inizio anno): un mese sostenuto dai fondi di lungo termine che hanno totalizzato 2,3 miliardi di sottoscrizioni. Secondo i dati Assogestioni i fondi aperti e chiusi hanno raccolto insieme 773 milioni, controbilanciando i 741 milioni di deflussi registrati sui mandati. Il 3° trimestre si è chiuso provvisoriamente con un saldo positivo di 15,7 miliardi. Gli asset in gestione si sono assestati a quota 2.540 miliardi, in particolare per effetto dell’andamento dei mercati. Sono 1.307 i miliardi investiti nelle gestioni collettive, mentre 1.233 miliardi sono impiegati nelle gestioni di portafoglio. I fondi aperti hanno raccolto a settembre 357 milioni con i risparmiatori italiani che hanno indirizzato le proprie preferenze sui comparti relativi ai fondi bilanciati (+2,3 miliardi) e agli azionari (+1 miliardi).
 
Il ranking della raccolta a settembre. Nel nono mese dell’anno hanno brillato in termini di raccolta netta positiva il gruppo Intesa Sanpaolo con 2,21 miliardi di euro che conduce nettamente la classifica del mese (Eurizon ha contribuito cin uan raccolta positiva per 2 miliardi di euro e Fideuram con 166 milioni di euro). A distanza seguono Anima Holding con 384,6 milioni di euro (grazie al segno più di fondi aperti e gestioni di portafoglio istituzionali), il gruppo Deutsche Bank con 347,8 milioni di euro (e con il forte contributo di Dws con 278 milioni) e Schroders con 297,6 milioni di nuovi afflussi (grazie ai fondi aperti).

I maggiori deflussi del mese invece li fanno registrare Poste Italiane per -3,25 miliardi di euro (provengono dalle gestioni istituzionali negative per -3,3 miliardi), Generali (-1 miliardo e 96 milioni di euro), Amundi Group (-486 milioni di euro: risultato che viene dalla differenza tra la raccolta positiva nelle gestioni di portafoglio istituzionali per 180 milioni di euro e quella negativa nei fondi aperti per -612,3 milioni di euro e nelle gestioni di portafoglio retail per -54,3 milioni) e Allianz (-195,6 milioni: risultato che rappresenta la differenza tra la raccolta positiva dei fondi aperti per 156,6 milioni e quella negativa nelle gestioni di portafoglio istituzionali -384,4 milioni).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo