Quantcast

Step 4 Business

Il marketplace di Azimut va, raccolta milionaria nel seed round

Il primo ecosistema fintech per le pmi raccoglie oltre 8,5 milioni di euro nel seed round. A breve l’espansione anche in Spagna e in Portogallo

Il marketplace di Azimut va, raccolta milionaria nel seed round

Paolo Martini di Azimut; Marco Montagnani di Step 4 Business; Giorgio Medda di Azimut, nel corso della presentazione a Milano di Azimut Marketplace

A poche settimane dalla presentazione di Azimut Marketplace by Step sul mercato italiano, Step 4 Business Spa - la società che ha ideato e sviluppato il progetto – rende pubblico il suo piano di sviluppo internazionale con il lancio sul mercato in Spagna entro la fine del 2021, in Portogallo e in Brasile nei primi mesi del 2022.

Step 4 Business nasce dall’idea di un gruppo di professionisti dall’esperienza ventennale in ambito finanziario: Marco Montagnani, Nuno Couceiro e Alberto Almoguera. Nel capitale della società sono coinvolti anche Andrea Bertini - country manager per l’Italia - e Pierluigi Giannico - ex managing partner di Accenture.

Per lanciare la propria attività sul mercato, Step 4 business ha concluso uno dei seed round più significativi nel fintech europeo, con una raccolta complessiva di oltre 8,5 milioni di € (oversubscribed). Tra gli investitori principali: il gruppo Azimut, uno dei principali gruppi indipendenti in Europa operante nel settore del risparmio gestito; Crif, azienda specializzata in sistemi di informazioni creditizie e di business information nonché avanzate soluzioni in ambito digitale per lo sviluppo del business e l'open banking; Gellify, piattaforma di innovazione che connette le startup B2B ad alto contenuto tecnologico con le aziende consolidate per innovare i loro processi, prodotti e modelli di business, che ha investito direttamente nella piattaforma Azimut Marketplace by Step.

L’operazione è stata strutturata dallo studio Weigmann con il general counsel di Azimut Marita Freddi. STEP 4 Business è stata assistita anche dallo studio Cmfc (associazione professionale membro del network Nexia) e da Graziella Capellini, esperta dei temi di compliance e dei profili regolatori.

Nel giro di quattro mesi è stata realizzata un’infrastruttura IT complessa e allo stesso tempo in grado di garantire i più alti livelli di sicurezza. Questo anche grazie alla partnership con Be Digitech Solutions, realtà leader in software development e consulenza IT facente parte del Gruppo Be Shaping The Future, società quotata al segmento Star di Borsa Italiana, con sedi in Italia, Regno Unito, Germania, Austria, Svizzera, Spagna, Romania, Polonia e Ucraina e che nel 2020 ha registrato ricavi per 178,8 milioni di euro. Be Digitech Solutions sta coordinando le attività di sviluppo e l’integrazione, nella piattaforma STEP, di partner tecnologici, tra cui:

•                    • Crif che tramite Api di ultima generazione fornisce una soluzione smart e completamente digitale di onboarding e identificazione dell’utente, uno strumento di advisory digitale per la gestione delle finanze (Business financial management - Bfm), Digital Ceo e aggregazione dei conti anche internazionali (Step rappresenta la prima piattaforma in Europa a fornire questo servizio gratuitamente)

•                    • Microsoft Azure, piattaforma di cloud computing aperta e flessibile per sfruttare al meglio le potenzialità sui dati, riducendo i costi e i tempi di sviluppo;

•                    • Mia-Platform, tech company innovativa che ha portato sul mercato la prima soluzione al mondo per la realizzazione di piattaforme digitali cloud native, permette lo sviluppo multi-cloud (Kubernetes) e la scalabilità della piattaforma, garantendo velocità e sicurezza in tutte le fasi di sviluppo;

•                    • Salesforce, leader nelle soluzioni di customer relationship management (Crm), per offrire al cliente un servizio personalizzato e automatizzato.

La piattaforma in Italia (Azimut Marketplace by STEP) comprende servizi come Instant lending (October), anticipo fatture digitale (Workinvoice), gestione dei flussi di cassa a livello internazionale (Ebury), accettazione di pagamenti digitali (Satispay), operazioni di medio-lungo termine di finanza per la crescita (AzimutDirect) e finanza agevolata (CRIF), servizi di valore aggiunto per l’impresa (Amazon). Un vero e proprio ecosistema fintech che racchiude i migliori prodotti e servizi per le PMI e che nei prossimi mesi si arricchirà ulteriormente con altri partner che completeranno la value proposition digitale. Per gli altri mercati, invece, saranno individuati ulteriori partner locali così da poter rispondere alle specifiche esigenze delle PMI dei rispettivi paesi territorio.

Marco Montagnani, ceo & founder di Step 4 Business, dichiara: “Il modello marketplace consente di sfruttare appieno le nuove tecnologie digitali che, unite all’open banking come fattore abilitante, rendono possibile una piattaforma customer centric e completamente gratuita. La piattaforma Step è una unique selling proposition che semplifica la vita delle piccole e medie imprese grazie ai migliori partner digitali presenti sul mercato, ed è pensata e realizzata insieme ai clienti e per i clienti. I primi risultati raggiunti con Azimut Marketplace by Step in Italia confermano la validità del progetto: in poche settimane si sono registrate oltre 400 imprese, tutte stanno già utilizzando il servizio di Ais ed hanno aggregato una media di 2,7 conti aziendali; sono state generate poi oltre 40 opportunità di cross selling per 12 milioni di Euro di operazioni in pipeline. La tendenza promettente di questa prima fase ci motiva e ci spinge ad accelerare l’internazionalizzazione del progetto, già pianificata per la fine dell’anno con il lancio di Step España”.

Gabriele Blei, ceo del Gruppo Azimut, ha commentato “L’investimento in Step 4 Business è in linea con l’attenzione che poniamo da tempo all’evoluzione del mondo fintech a supporto dei nostri progetti di sostegno alle PMI e all’economia reale. Un’attenzione che ci ha portato a sviluppare progetti rivoluzionari come Azimut Token, la prima cartolarizzazione digitale di un asset finanziario disponibile per investire nel credito alternativo, o a lanciare un fondo che permette esposizione agli asset digitali. Sfruttiamo le possibilità offerte dalle piattaforme fintech per i nostri prodotti di alternative credit in prestiti performing, non-performing e di digital lending che alimentano il nostro progetto di neoFinancing rafforzatosi a inizio anno con Azimut Direct e grazie al quale abbiamo erogato finanziamenti per 300 milioni. Seguendo questo stesso spirito innovativo abbiamo creduto per primi nelle potenzialità della piattaforma sviluppata da STEP lanciando Azimut Marketplace in Italia e ora, attraverso il co-investimento in STEP, seguiremo e parteciperemo anche al percorso di espansione estera in fase di avvio”.

Michele Giordani, managing partner e founder di Gellify, ha commentato: "Azimut Marketplace by STEP ha immediatamente stimolato in Gellify un forte interesse per la sua visione potente e il posizionamento in un mercato che è scarsamente servito dagli attuali player con paradigmi legacy. Fornisce alle PMI una soluzione a 360 gradi per le loro esigenze di gestione finanziaria, fondendo i migliori servizi e prodotti fintech in un'unica esperienza. Questo approccio permette un'estrema flessibilità ed è aperto all'innovazione costante dei prodotti con un onere normativo minimo, fattore quest’ultimo critico in un mercato in continua evoluzione come quello del fintech. Queste sono le ragioni principali per cui abbiamo deciso di co-investire, oltre alle competenze del team, la vision condivisa dal network internazionale e la scalabilità del modello”.

Enrico Lodi, direttore generale di Crif, ha dichiarato: “L’innovazione tecnologica per creare sempre maggior valore per imprese e famiglie con soluzioni digitali semplici e smart è centrale nella crescita di Crif, che recentemente si è confermata per il nono anno consecutivo tra le Top 100 nella classifica IDC FinTech Rankings 2021. Stiamo sostenendo questo percorso di sviluppo secondo un piano industriale che prevede nel triennio 2021-2023 investimenti per complessivi 350 milioni di Euro. Investimenti che sono mirati a consolidare il nostro posizionamento su scala globale e ad arricchire e far evolvere ulteriormente la nostra offerta, in particolare nell’ambito dell’open finance, sia attraverso lo sviluppo delle nostre soluzioni sia tramite la collaborazione con partner in una logica aperta e di ecosistema. In quest’ottica siamo lieti della partnership con STEP 4 Business e di far parte dell’ecosistema fintech di Azimut Marketplace mettendo a disposizione le nostre avanzate soluzioni digitali per le Pmi”.

 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo