Quantcast

Sostenibilità

Per Net zero si devono coinvolgere gli investitori istituzionali

Secondo McKinsey il valore totale di questi mercati, a livello globale, è cresciuto di oltre il 20% nel 2020

Il net zero vale 3mila miliardi

Il report di McKinsey, “Putting carbon markets to work on the path to net zero”, sottolinea il ruolo fondamentale degli investitori istituzionali nei carbon markets per il raggiungimento del net zero, evidenziando come il valore totale di questi mercati, a livello globale, è cresciuto di oltre il 20% nel 2020 – il quarto anno consecutivo di crescita record. 

La partecipazione degli investitori istituzionali nei mercati del carbonio è al momento limitata, a causa di ostacoli strutturali e di una mancanza di visibilità sulle dinamiche di mercato sottostanti e sulle tendenze future. I CCM (Compliance Carbon Markets) sono il più grande e maturo dei due mercati, con un valore di oltre 100 miliardi di dollari e un giro d'affari annuale di oltre 250 miliardi di dollari, ma sono piccoli se confrontati con i 19 trilioni di dollari di AuM dei primi 100 investitori istituzionali del mondo nel 2020. I CVM (mercati del carbonio volontari) sono piccoli, con un valore di 300 milioni di dollari nel 2020, e non si sono mostrati praticabili per gli investimenti istituzionali a causa della limitata liquidità, delle dimensioni insufficienti del mercato, di un processo di transazione non standardizzato e della mancanza di meccanismi di prezzo spiegabili. Ma lo scenario sta cambiando rapidamente: i CCM si sono stabilizzati e stanno diventando più semplici da navigare per gli investitori istituzionali. Nel frattempo, la governance e le infrastrutture si stanno sviluppando per sostenere la rapida crescita dei CVM. 

Secondo McKinsey, gli investitori istituzionali dovrebbero investire nei carbon markets per 3 ragioni: 

I mercati del carbonio si stanno rapidamente avvicinando alla massa critica dal punto di vista degli investimenti.Nuovi sistemi di scambio di emissioni (ETS) sono in fase di sviluppo e le recenti riforme dei sistemi di scambio esistenti hanno creato un quadro più prevedibile per gli investitori istituzionali. I CVM hanno lo stesso potenziale di scalabilità dei CCM: per il 2030 si prevede che la loro dimensione cresca da 5 a 180 miliardi di dollari. 

I carbon markets sono essenziali per mantenere il riscaldamento globale sotto la soglia dell’1,5°C. Tale obiettivo è di diretto interesse anche per gli investitori istituzionali, perché se non sarà raggiunto i loro portafogli saranno esposti a rischi climatici fisici crescenti. 

I carbon markets offrono agli investitori istituzionali l’opportunità di gestire i rendimenti corretti per il rischio. L’analisi di McKinsey mostra che se gli investitori assegnassero anche solo una piccola parte dei loro portafogli alle quote di carbonio (carbon allowances), potrebbero migliorare la resilienza dei loro portafogli contro i rischi della transizione climatica. 

McKinsey ha svolto infatti un’attività di simulazione bottom-up dell'impatto relativo dei rischi climatici sulle singole asset class, sulla base di tre diversi scenari climatici. In questi tre scenari, la performance prevista è stata modellata su un orizzonte di 10 e 30 anni per un portafoglio con un'allocazione del 5% in quote di carbonio rispetto a un portafoglio di riferimento che comprende il 60% di azioni e il 40% di obbligazioni. Un'ipotetica inclusione di quote di carbonio per il 5% nel portafoglio di riferimento 60/40 potrebbe migliorare il rendimento annuale di 50-70 punti base (rispetto al rendimento previsto per un portafoglio di riferimento regolare di circa il 4%) in 30 anni, mentre la volatilità migliorerebbe di 30-50 punti base (rispetto alla volatilità prevista per un portafoglio di riferimento regolare di circa il 9,8%). L'inclusione di quote di carbonio ha spinto i rendimenti al ribasso solo in uno scenario in cui non sono state introdotte misure di contrasto al cambiamento climatico.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo