Quantcast

il ranking dei titoli bancari

2021, le banche star di Piazza Affari

FTSE Mib trascinato da Stellantis. Spiccano le performance di UniCredit, Banca Generali e Banco Bpm

2021, le banche star di Piazza Affari

  Nonostante le difficoltà pandemiche generate dalle nuove varianti, il 2021 si è rivelato un vero e proprio anno d’oro per Piazza Affari. Nell’anno che sta per chiudersi, infatti, il FTSE Mib ha registrato una crescita di ben 22 punti percentuali, superando ampiamente i massimi raggiunti in dal 2008. Un risultato straordinario che proietta il listino delle 40 società italiane a maggior capitalizzazione tra le migliori tre borse d’Europa. Ad oggi, infatti, solo l’AEX olandese (+27%) e il CAC40 francese (+24%) hanno registrato ritorni superiori, mentre tutte le altre piazze europee si accodano alla nostra Piazza Affari. 

A spingere il listino c’è un comparto in particolare: quello dei titoli bancari. Ma quali istituti hanno realizzato i ritorni maggiori? E quali, invece, hanno generato meno guadagni per i propri investitori? Vediamolo insieme.  

 

UniCredit guida il gruppo

Tra le banche italiane, la più performante a Piazza Affari nel 2021 è stata UniCredit che ha beneficiato dell’ottimismo verso il nuovo ceo Andrea Orcel. A spingere gli investitori sono stati soprattutto due fattori. In primo luogo l’ambizioso piano industriale che promette di erogare 16 miliardi di dividendi agli azionisti entro il 2024. In secondo luogo c’è quindi il no di Orcel al Governo che spingeva per l’operazione strategica con Mps, operazione che però presentava più di una perplessità a livello di capitale. 

Al secondo posto tra i titoli bancari del FTSE Mib troviamo invece una banca non commerciale, bensì focalizzata sul mondo della consulenza patrimoniale. Stiamo parlando di Banca Generali i. Il gioiellino del Gruppo Generali è ormai da anni costantemente tra le società quotate a maggior crescita. Basti pensare che da inizio anno ha regalato ai suoi investitori un ritorno totale del 49%, comprensivo del maxi dividendo cumulato per gli esercizi 2019-20 che ha portato in dote agli azionisti ben 2,7 euro ad azione. Somma alla quale si aggiungerà un ulteriore cedola da 0,60 euro che sarà corrisposta a febbraio 2022. Oltre a questi elementi, poi, gli investitori hanno guardato al titolo di Banca Generali per la sua capacità – unica sul mercato italiano – di crescere in maniera sostenibile cavalcando il trend degli investimenti Esg con una proposta in grado di associare gli obiettivi finanziari della clientela agli SDGs dell’Agenda Onu 2030. La fiducia intorno alla Banca private ha spinto in questo 2021 la capitalizzazione oltre i 5 miliardi e il mercato che ora attende con curiosità di conoscere gli obiettivi del piano industriale 2022-24 che sarà comunicato il prossimo febbraio.   

L’ultimo gradino del podio è invece occupato da quel Banco BPM a cui ora tutti guardano per la creazione del terzo polo che potrebbe nascere da un accordo con Unipol. Forse anche per questo il titolo dell’istituto milanese è cresciuto del 48% in questo 2021.

 

Fineco fanalino di coda 

Ai piedi del podio ci sono quindi due società che nel 2021 hanno saputo far fruttare al meglio gli investimenti dei propri azionisti. Stiamo parlando di Azimut e di Mediobanca. La creatura di Pietro Giuliani ha saputo cavalcare i mercati ottenendo utili record che hanno spinto la fiducia degli investitori. Fiducia ripagata con un total return del 43,90% YTD. Un dato leggermente superiore a quello di Mediobanca che si “ferma” a un eccellente +41,45%.

A chiudere la classifica ci sono quindi società che nel 2021 sono si cresciute, ma a ritmi inferiori. Nell’anno della scomparsa del suo fondatore Ennio Doris, Banca Mediolanum mette a segno una performance del 20,54%. Non lontane sono Bper (19,39%) e Intesa SanPaolo: la prima banca italiana si conferma operatore sistemico ma rende “solo” il 18,06% ai suoi investitori.

Chiude il ranking con un risultato comunque positivo Fineco. Dopo un 2020 da record, la banca guidata da Alessandro Foti mette a segno una crescita sul FTSE Mib pari al +14,33%.

 

Piazza Affari: le migliori banche per total return

Ed ecco qui la classifica dei migliori titoli bancari del FTSE MIB per total return nel 2021.

#

Titolo

Total return (%)

1

UNICREDIT SPA

51,53

2

BANCA GENERALI SPA

49,43

3

BANCO BPM SPA

48,78

4

AZIMUT HOLDING SPA

43,90

5

MEDIOBANCA SPA

41,45

6

BANCA MEDIOLANUM

20,54

7

BPER BANCA

19,39

8

INTESA SANPAOLO

18,06

9

FINECO

14,33

 

Dati: Bloomberg a dicembre 2021

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo