Quantcast

Giro di vite nella fondazione

Il Cda Enasarco rimuove il direttore generale

Revocato l'incarico a Carlo Bravi. Al suo posto ad interim Carolina Farina. Mei, neo presidente di Enasarco: “Il lavoro della Fondazione è ripartito all’insegna dell’unione e della responsabilità. L’esito della seduta odierna rappresenta un segnale di rinnovamento nelle intenzioni e nella strategia della Fondazione"

Marzolla, novello Franceschiello, seduto su un trono non suo

La Fondazione Enasarco ha reso noto che il Consiglio di amministrazione dell’Ente ha approvato all’unanimità il piano per il 2022 degli obiettivi aziendali, il progetto di budget ed il Comitato investimenti.

Il Consiglio di amministrazione, inoltre, ha adottato all’unanimità il contratto integrativo aziendale a tutti i dipendenti della Fondazione Enasarco fino all’approvazione del nuovo. Durante la seduta, il Consiglio di amministrazione della Fondazione Enasarco ha revocato l’incarico delle funzioni del direttore generale al Carlo Bravi nominando ad interim in tale carica la  Carolina Farina.


Alfonsino Mei (nella foto) presidente della Fondazione Enasarco, ha commentato l’operato svolto in seduta: “Il lavoro della Fondazione è ripartito all’insegna dell’unione e della responsabilità. L’esito della seduta odierna rappresenta un segnale di rinnovamento nelle intenzioni e nella strategia della Fondazione: ringrazio tutti i consiglieri per aver compreso l’apertura con cui si è insidiata la nuova governance. Il senso di responsabilità con cui si è espresso il Consiglio dev’essere il punto di partenza con il quale costruire il futuro per l’interesse di tutti gli iscritti”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo