Quantcast

L'impennata dei prezzi

Ocse, a dicembre inflazione al 6,6%
Mai così alta negli ultimi 30 anni

Questo aumento è stato guidato in parte da un'impennata dell'inflazione annuale in Turchia (al 36,1% a dicembre, dopo il 21,3% di novembre). Escludendo la Turchia, l'inflazione nell'area Ocse è aumentata più moderatamente (al 5,6%, dopo il 5,3% di novembre)

Una batosta da 625 euro a famiglia dall’inflazione

Secondo quanto riporta l'agenzia Adn-Kronos, l'inflazione nell'area Ocse è salita al 6,6% nei 12 mesi fino a dicembre 2021, rispetto al 5,9% di novembre e solo all'1,2% di dicembre 2020, raggiungendo il tasso più alto dal luglio 1991. Questo aumento è stato guidato in parte da un'impennata dell'inflazione annuale in Turchia (al 36,1% a dicembre, dopo il 21,3% di novembre). Escludendo la Turchia, l'inflazione nell'area Ocse è aumentata più moderatamente (al 5,6%, dopo il 5,3% di novembre. I prezzi dell'energia sono aumentati
del 25,6% nell'area Ocse nei 12 mesi fino a dicembre 2021, due punti percentuali (p.p.) in meno rispetto al 27,6% di novembre, ma elevati rispetto al 4,2% di dicembre 2020.

L'inflazione dei prezzi alimentari nell'area Ocse è salita fortemente al 6,8% a dicembre, rispetto al 5,5% di novembre e al 3,2% di dicembre 2020. Escludendo i prodotti alimentari e l'energia, anche l'inflazione dell'Ocse su base annua è aumentata bruscamente, al 4,6%, rispetto al 3,9% di novembre, e ha contribuito in modo significativo all'inflazione complessiva in un certo numero di grandi economie. Per il 2021 nel suo complesso, l'inflazione annuale nell'Ocse è salita al 4,0%, rispetto all'1,4% nel 2020, il tasso medio annuo più alto dal 2000. I prezzi dell'energia sono aumentati del 15,4%, il tasso più alto dal 1981. In confronto, erano diminuiti del 6,5% nel 2020. Escludendo cibo ed energia, l'inflazione annua è salita al 2,9%, rispetto all'1,8% del 2020.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo