Quantcast

L'esordio

Leverage Shares debutta su Borsa italiana e quota i primi Etp a replica fisica sui singoli titoli

Fondata nel 2017 da esperti di investimenti passivi, Leverage Shares propone Etp a leva e short a replica fisica su singole azioni. Forte di 145 strumenti quotati tra Londra, Parigi e Amsterdam, sbarca su Piazza Affari con una gamma di strumenti per trader e investitori

Leverage Shares debutta su Borsa italiana e quota i primi Etp  a replica fisica sui singoli titoli

Leverage Shares, tra i pionieri degli Etp Short & Leveraged su singole azioni e che in Europa per prima propone a replica fisica, amplia la propria presenza sulle Borse europee e debutta oggi su Borsa Italiana, con la quotazione di una prima gamma di Etp su alcuni dei titoli più scambiati sulle piazze globali.

Lo sbarco di Leverage Shares a Piazza Affari introduce una novità assoluta in Italia. Da oggi i trader e gli investitori possono prendere posizione su singoli titoli azionari quali ad esempio Tesla, Amazon ed Apple, attraverso Etp a leva giornaliera long e short che utilizzano la replica fisica. Per la prima volta, quindi, trader ed investitori possono beneficiare di tutti i vantaggi offerti da prodotti a leva long e short quotati su un mercato regolamentato e, contemporaneamente, di una modalità di replica trasparente, che esclude investimenti in derivati Otc e azzera il rischio di credito bancario. Gli Etp di Leverage Shares sono, inoltre, Ucits eligible e possono contare sull’attività di market making di un primario player come Bnp Paribas.

Piero Guseo, responsabile per il mercato italiano e senior institutional sales di Leverage Shares, commenta: “Sin dalla sua nascita nel 2017, Leverage Shares ha la missione di soddisfare la domanda di strumenti a leva più sicuri, trasparenti, liquidi e facilmente accessibili. Essere l’unico player in Europa ad utilizzare la replica fisica per questa tipologia di prodotti è un vantaggio competitivo molto solido, che certamente anche i trader e gli investitori italiani sapranno riconoscere. Il mercato italiano, infatti, è maturo per questo tipo di innovazione. L’interesse dei trader e degli investitori verso i prodotti a leva – ETP o certificati - è iniziato anni fa. Di recente agli strumenti ‘storici’ su indici e materie prime si sono affiancati prodotti anche su singoli titoli. È proprio su quest’ultima nicchia che abbiamo scelto di concentrarci per questo primo passo in Borsa Italiana,
nella convinzione che trader ed investitori sappiano apprezzare i 
 
Silvia Bosoni, head of ETPs and open funds di Borsa Italiana (Gruppo Euronext), dal suo canto aggiunge:“Siamo lieti di dare oggi il benvenuto su ETFplus di Borsa Italiana al trentaduesimo emittente, Leverage Shares, che debutta sul mercato italiano con una prima gamma selezionata di Etp su alcuni dei titoli più scambiati a livello globale. La scelta di Leverage Shares conferma il ruolo strategico del mercato italiano per gli emittenti internazionali e avvalora la posizione di ETFplus come piattaforma leader, efficiente e trasparente”.

La quotazione in Borsa Italiana rappresenta un’importante tappa del progetto di sviluppo di Leverage Shares sui mercati regolamentati europei, iniziata nel 2017 con il primo listing al London Stock Exchange. Attualmente Leverage Shares conta su 145 ETP a replica fisica che sulle piazze estere hanno già saputo attirare l’attenzione di trader e investitori. Nel corso del mese di gennaio, il turnover totale dei prodotti di Leverage Shares su LSE e Euronext è stato di quasi $400 milioni e l’ETP a leva long 3x su Tesla è risultato il secondo per numero di scambi a Londra.

I prodotti quotati su Borsa Italiana. Leverage Shares esordisce sul mercato italiano con il lancio di 15 strumenti che consentono di prendere posizione con leva 3x su singoli titoli di aziende leader a livello globale nei settori tech, fintech, healthcare e automotive, tutti denominati in euro. Nel dettaglio i titoli sottostanti sono: Tesla (per la quale è prevista sia la versione long che quella short), Alibaba, Nvidia, PayPal, Facebook, Microsoft, Apple, Baidu, Amazon, Moderna, Alphabet, Palantir, Noi, Coinbase. Gli Etp sono quotati a Piazza Affari a partire dal 16 febbraio.
 

 
 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo