Quantcast

Trend

Siano (21Shares): «La rivoluzione blockchain è solo all’inizio»


Secondo l'head of Souther Europe della società elevetica con gli Nft, i Non fungibile token, assisteremo a cambiamenti epocali in ambito politico, economico e culturale

21Shares raggiunge i 150 milioni di dollari di masse gestite

Massimo Siano, head of southern Europe di 21 Shares

La rivoluzione che deriva dall’applicazione della blockchain è solo all’inizio. E non riguarda esclusivamente la nicchia degli investimenti in criptovalute, ma toccherà presto ogni aspetto della nostra vita.È questa la view di 21Shares, la società svizzera che dispone della più ampia piattaforma di Etp su criptovalute. A proiettare la blockchain fuori da alcuni ambiti specifici, in primis quello finanziario, sarà la sua applicazione tramite gli Net (Non-fungible token), che cambierà radicalmente le nostre vite e ogni tipo di business. La rivoluzione sarà politica, economica e culturale.

21Shares è convinta che nel futuro prossimo non solo determinati investimenti, ma moltissime “entità” potranno essere “tokenizzate” e quindi più facilmente valorizzate e scambiate in un sistema decentralizzato, prive cioè di intermediari. Stiamo già registrando molteplici esempi di ambiti che si avvicinano agli Net: collezioni d’arte, musica e giochi nativi digitali stanno registrando un notevole successo. E questo avvicina nuovi soggetti, tra cui illustratori, fotografi, produttori cinematografici, stilisti di moda e artisti 3D.

Per restare nel mondo delle criptovalute, gli Net hanno reso tale settore molto più accessibile rispetto agli anni precedenti.

Gli Net saranno indubbiamente il principale catalizzatore per superare il divario che ci separa dall’adozione di sistemi tradizionali nell’universo cripto; essi racchiudono un enorme e dirompente potere fornendo un certificato digitale unico, generando nuove opportunità per nuovi modelli di business e restituendo allo stesso tempo potere e proprietà agli utenti. Il 2021 è stato senza dubbio l’anno in cui gli Net sono decollati e hanno attirato l’attenzione generale: il numero degli utenti di NFT giornalieri è aumentato significativamente da 10.000 a oltre 40.000, in particolare per quanto riguarda l’arte e il collezionismo.

Oggi gli ecosistemi che utilizzano gli Net sono per la maggior parte costruiti su Ethereum e Solana; tuttavia, non è detto che in futuro non ci siano nuovi entranti, esattamente come avvenne per i browser negli anni ’90 (i più conosciuti erano Netscape e Internet Explorer, successivamente sostituiti da Google Chrome e Safari, i più importanti browser oggi utilizzati).

«Siamo solo nella fase iniziale di un cambiamento epocale», afferma Massimo Siano, head of Southern Europe di 21Shares. «Grazie agli NFT possiamo già oggi immaginare una serie di attività mai fatte prima. Un esempio su tutti: si potranno acquistare token legati ad un giovane talento sportivo e vedere il proprio investimento rendere o meno a seconda della carriera e dei contratti che riuscirà ad ottenere con squadre e sponsor. Tutto questo senza esserne il procuratore. La figura dell’intermediario perderà sempre più di rilevanza. Siamo all’inizio di un’era in cui Il potere individuale acquisirà sempre maggior importanza», conclude Siano.

Ricordiamo che 21Shares AG è la società leader mondiale negli Etp sulle criptovalute, con 28 prodotti dedicati (più di ogni altra al mondo) tra cui i primi indici a replica fisica su Bitcoin, Ethereum e Crypto. Nel 2018 ha costruito Hodl, il primo Etp al mondo su un paniere di criptovalute quotato al SIX Swiss Exchange. 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo