Quantcast

Vigilanza

L'Ocf sospende tre consulenti finanziari per un mese

La violazioni del Regolamento intermediari si riferiscono in due casi al mancato rispetto di procedure interne e in un caso all’aver fornito informazioni non corrispondenti al vero

tribunale

Tre consulenti finanziari  sono stati sospesi per un mese dall’Albo unico dei consulenti finanziari dal Comitato di vigilanza dell’organismo di vigilanza e tenuta dell’albo unico dei consulenti finanziari, presieduto da Carla Rabitti Bedogni.

in seguito a segnalazione di Fideuram-Intesa Sanpaolo Private Banking S.p.A.. con delibera n. 1881 è stato sospeso per un mese dall’Albo il consulente G.C. per aver fornito ai clienti informazioni non rispondenti al vero, in particolare, come emerso dal provvedimento “la condotta in esame si è sostanziata nella predisposizione e nel rilascio non autorizzato di un’attestazione in cui risultano presenti una pluralità di elementi tali da lasciar falsamente intendere la riconducibilità del predetto documento alla Banca”.

Su segnalazione della stessa banca, con delibera n.1879 , è stato sospeso per un mese G.P. per non aver rispettato i codici di comportamento e le procedure interne adottate dall’intermediario. Come si legge nel provvedimento, "la condotta in esame, si è sostanziata nel compimento delle attività di adeguata verifica della clientela in maniera non diligente e ha determinato, quanto meno in un caso, la trasmissione all’intermediario di informazioni sostanzialmente non veritiere e tali da incidere anche sui successivi controlli in materia di antiriciclaggio”.

Su segnalazione di CheBanca! è  stato sospeso per un mese il consulente E.D.P. non aver osservato le procedure e i codici interni dell’intermediario e gli obblighi identificativi della clientela.

“La condotta in esame”, riporta il provvedimento nr. 1880, “si è sostanziata nell’inserimento nei sistemi informatici della Banca per la relativa esecuzione di un bonifico per un importo di non trascurabile entità con modalità difformi da quelle consentite dalla Banca, peraltro lasciando falsamente presupporre per la sua esecuzione la presenza in sede della cliente e nutrendo il consulente un indiretto interesse al buon esito dell’accreditamento”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo