Quantcast

ConsulenTia 2022/ Le interviste

Rosti, Vanguard: “Contro la volatilità meglio diversificare con gli etf”

"Gli etf multi asset rappresentano un’evoluzione del mercato e consentono di ottenere un’esposizione su circa 8 mila titoli unici e tra i 7 e i 14 etf come sottostante"

In questo scenario, caratterizzato da volatilità e incertezza, quanto e perché le gestioni passive possono aiutare gli investitori a far fronte alla volatilità? Riccardo Venturi di Investire lo ha chiesto a Simone Rosti, country head Italia di Vanguard.

“Le gestioni passive stanno dimostrando di saper fare il proprio lavoro replicando il benchmark, in linea con quello che è lo scopo di un investimento indicizzato come un etf di una gestione passiva. Lo stanno facendo in questo contesto evidenziando alcuni aspetti peculiare. Si tratta di strumenti semplici, liquidi, perché quotati sul mercati. Questa caratteristica, in una fase di elevata volatilità, rappresenta un valore aggiunto perché si possono scambiare in qualsiasi momento. La diversificazione permette poi di affrontare momenti di crisi e di difficoltà anche geopolitiche come quelle attuali perché consente di spalmare il rischio sui titoli sottostanti in modo da evitare un’eccessiva concentrazione e di avere eccessivi cali di performance. La novità dello scorso anno sono gli etf multiasset: rappresentano un’evoluzione del mercato degli etf e sono in grado di assemblare in portafoglio,  come se fosse una gestione patrimoniale, ulteriori etf come sottostante. In pratica,  con un solo prodotto è possibile ottenere un’esposizione su circa 8 mila titoli unici e tra i 7 e 14 etf come sottostante”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo