Quantcast

Fintech

Borse e portafogli? Meglio se firmati, anticrisi e molto chic

eToro lancia LuxuryBrands, lo Smart Portfolio che investe nelle società del lusso

Gam e il nuovo il mercato globale del lusso

Nonostante le incertezze del contesto socioeconomico, il mercato dei beni di lusso non conosce crisi e resiste all’avvento di mode passeggere, dando così alle aziende un forte potere di determinazione dei prezzi.

Per questo, eToro, la social community di investimento, ha ampliato la gamma di Smart Portfolio tematici con LuxuryBrands, in modo da consentire agli investitori di ottenere un'esposizione a lungo termine al settore.

"Nonostante la pandemia abbia portato ad un taglio delle spese discrezionali, i marchi di lusso si sono fortemente ripresi e hanno più che mantenuto il loro valore in un mondo di inflazione crescente", ha sottolineato Dani Brinker, head of investment portfolios di eToro. "La loro natura senza tempo li ha resi resilienti ai cambiamenti della domanda dei consumatori, e dopo la contrazione vissuta nel 2020, questo mercato è cresciuto in un range del 13%-15% nel 2021 fino a raggiungere 1,14 trilioni di euro ." 

Ben Laidler, global markets strategist di eToro ha aggiunto: "I titoli del lusso hanno registrato una performance superiore durante la pandemia, sia se consideriamo il lusso 'in senso stretto' - come la moda, la pelletteria, la cosmesi, sia se lo si vede 'in senso lato' - come le auto, gli alcolici e l'abbigliamento sportivo. Queste società godono di marchi affermati, ampi margini di profitto e di propulsori di crescita non ciclici quali esclusività e status. Questo favorisce valutazioni elevate, con tendenze che dureranno indipendentemente dalla volatilità".

Per riflettere la varietà dei settori in quest'industria, il LuxuryBrands Smart Portfolio presenta una selezione tematica altamente diversificata di 25 titoli, tra i quali figurano marchi come Ferrari, Hermes e Marriott International, la società madre del Ritz Carlton e del St. Regis. Il Portfolio offre anche esposizione alle capogruppo delle realtà della moda, tra cui: Lvmh, che include Tiffany & Co. e Louis Vuitton; Kering, che comprende la holding di Gucci, Saint Laurent e Balenciaga; e il gruppo Richemont, che possiede il marchio di alta gioielleria Cartier e il produttore di orologi IWC.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo