Quantcast

Salone del Risparmio 2022

Proli, Amundi: “Accelerare il passo della transizione energetica”

“I fondi ad impatto vanno nella direzione giusta perché creano una ricaduta positiva per tutto l’ecosistema e generano un rendimento per l’investitore”

La crisi energetica ha dimostrato come le fonti rinnovabili da sole non siano sufficienti. Come vanno rivisitati quindi gli investimenti per favorire la transizione energetica?

A rispondere è Paolo Proli, head of retail division di Amundi Sgr interpellato da Sergio Luciano, direttore responsabile di Economy e Investire. “La mitigazione del cambiamento climatico dipenderà dal come produrremo l’energia che ci servirà. Per abilitare una transizione energetica efficiente abbiamo bisogno di capitali pubblici e privati e non solo del Pnnr. Abbiamo finora fatto troppo poco e dobbiamo accelerare il passo. Serve fare sistema e alimentare l’innovazione tecnologica. Dobbiamo ad esempio arrivare a produrre idrogeno in modo verde. I fondi ad impatto vanno nella direzione giusta perché creano una ricaduta positiva per tutto l’ecosistema e generano un rendimento per l’investitore”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo