Quantcast

Salone del Risparmio 2022

Tinti, Banca Euromobiliare: “Brand, formazione e supporto: le leve per attirare i consulenti di valore”

“Questi tre elementi fanno la differenza. Il criterio della valutazione della compensation è solo successivo”

In questo momento nel mondo della consulenza si cerca di ingaggiare i professionisti provenienti dalla concorrenza. Per quale motivo però si cambia società? Lo ha chiesto Marco Muffato, caporedattore di Investire a Paolo Tinti, responsabile direzione sviluppo reti Banca Euromobiliare.

“I due motivi principali per cui un consulente sceglie di cambiare rete e quindi fa una scelta diversa, si possono far risalire a un disagio latente o al desiderio di cogliere nuove opportunità. Nel nostro caso specifico, grazie anche all’evoluzione interna che ha visto la creazione del polo del private banking, conta il fatto di costituire una buona opportunità. La nostra rete è attrattiva sia per i liberi professionisti, sia per chi ha già un ruolo da dipendente. Più in generale, per i professionisti con un portafoglio importante il tema della sicurezza del posto di lavoro, da dipendente o meno, viene ad essere superato. Ad attirare verso una determinata rete è in genere un mix tra brand, formazione e supporto, tre elementi che possono fare la differenza. Il criterio della valutazione della compensation è solo successivo”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo