Quantcast

Salone del Risparmio 2022

Siviero, Mfs: “La sostenibilità di lungo termine passa solo dall’engagement”

“ Abbiamo scelto di dialogare con le aziende e di conoscerle dall’interno, ricorrendo anche al proxy voting”

I criteri chiave quando si parla di sostenibilità degli investimenti sono quello dell’exclusion e quello dell’engagement, ma solo quest’ultimo consente di ottenere un impatto sulla redditività futura. Lo spiega Assunta Siviero, sales director Italy di Mfs Investment Management a Riccardo Venturi di Investire.

“Vi sono due modalità alternative per realizzare investimenti sostenibili. Nell’exclusion si va a fare una lista nera delle società perché lavorano in determinati settori, tra cui tabacco e le armi,  o perché non utilizzano pratiche sostenibili sul fronte sociale o in termini di governance. L’assunto dei convinti sostenitori dell’exclusion è che per queste imprese il costo del capitale aumenta, il loro business model diventa attrattivo e le valutazioni in Borsa ne subiscono le conseguenze negative. Ma in realtà non è quello che avviene e l’azienda resta sul mercato anche se le sue valutazioni scendono attraendo nuovi investitori. L’engagement è invece il metodo che noi abbiamo prescelto e che consiste nel collaborare con l’azienda nel lungo termine conoscendola dall’interno. Vuol dire dialogare in modo continuo per favorire la crescita e la redditività futura anche attraverso il proxy voting”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo