Quantcast

Gestioni passive

Etp, flussi ai minimi da marzo 2020

Secondo l’ultimo BlackRock Etp Landscape Report l’azionario ha registrato la contrazione più marcata

Agosto in agrodolce per gli Etp globali, soffre anche l'oro

Secondo l’ultimo BlackRock Etp Landscape Report, relativo al mese di aprile, le allocazioni verso gli Etp a livello globale sono scese ai minimi da marzo 2020, con 27,4 miliardi di dollari di afflussi, in calo rispetto ai 117,4 miliardi di dollari di marzo.  In un contesto di minor afflussi per tutte le asset class, l’azionario ha registrato la contrazione più marcata, con una raccolta di 2,8 miliardi di dollari (in calo rispetto ai 76,2 miliardi di dollari del mese di marzo). I flussi sul reddito fisso sono calati da 25,5 miliardi di dollari a 18,8 miliardi di dollari, mentre i flussi di materie prime si sono ridotti a 3,6 miliardi di dollari.

Deflussi per area

I deflussi per 25,6 miliardi di dollari dagli etp azionari statunitensi – record negativo a livello mensile per l'esposizione - hanno guidato la decrescita della raccolta complessiva di aprile, interamente ascrivibile agli etp quotati negli Stati Uniti (i fondi quotati nell'area Emea hanno infatti raccolto 0,6 miliardi di dollari).

Ad aprile continuano i deflussi anche dagli etp azionari europei (-2,5 miliardi di dollari), seppur con ritmi inferiori rispetto a marzo, prevalentemente trainati dall’andamento negativo degli etp quotati negli Stati Uniti. La raccolta da inizio anno degli etp azionari europei quotati negli Stati Uniti è diventata negativa, dopo deflussi netti di -3,5 miliardi di dollari tra marzo e aprile.

Mentre i flussi regionali degli etp sui mercati sviluppati hanno faticato a guadagnare slancio, i flussi dei mercati emergenti sono stati più consistenti, con 11,7 miliardi di dollari in ingresso ad aprile rispetto ai 6,6 miliardi di dollari di marzo.

L'aumento dei flussi verso esposizioni sui singoli paesi - in gran parte etp cinesi quotati nell'Apac - ha rappresentato il 57% dei flussi emergenti di aprile, in crescita rispetto ai flussi negativi di marzo, guidando l’accelerazione del dato mensile.

Passaggio alla fase difensiva

Ad aprile i flussi settoriali hanno evidenziato un orientamento più difensivo delle allocazioni azionarie, con l’healthcare in testa (3,6 miliardi di dollari), seguito da utility (2 miliardi di dollari) che ha registrato il terzo maggior afflusso mensile di sempre.

Il settore ha raccolto 4 miliardi di dollari da inizio anno, avvicinandosi al suo record di flusso annuale di 4,4 miliardi di dollari stabilito nel 2014.

Inoltre, gli afflussi sul settore tecnologico (1,3 miliardi di dollari) hanno registrato un rallentamento rispetto a marzo, mentre continuano i flussi sui materiali (1,6 miliardi di dollari). I deflussi di aprile di -0,9 miliardi di dollari dal settore industriale hanno completamente annullato gli 0,5 miliardi di dollari aggiunti a marzo, mentre continua il sentiment negativo sui finanziari (-6,3 mld). In particolare, da inizio anno i deflussi dai finanziari hanno raggiunto 3,5 miliardi di dollari, nonostante l’allocazione record di febbraio scorso. Tuttavia, non si registra un sell-off dal settore, considerando che le allocazioni nette nel 2021 sono state pari a 46,2 miliardi di dollari.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo