Quantcast

Innovazione

Banche & fintech, cinque matrimoni ben riusciti

Dalla supply chain finance ai pagamenti: sono solo alcuni degli ambiti in cui è stato possibile realizzare delle case history di successo. Lo racconta Workinvoice

L'Italia del fintech cresce ma meno degli altri

Si moltiplicano le collaborazioni tra banche e fintech sia su scala globale, sia nel nostro Paese. Con la diffusione del fenomeno ovviamente ci sono state operazioni di successo e altre meno. Workinvoice, società pioniera nello scambio di crediti commerciali, ha individuato cinque partnership che si sono rivelate particolarmente efficaci nel creare nuova redditività per le banche, valore per le fintech e nuovi servizi a disposizione di persone e imprese. A contribuire alla buona riuscita di questi “matrimoni” sono stati diversi motivi tra cui l’opportunità per la banca di andare sul mercato con un prodotto nuovo in modo rapido superando limitazioni in termini di risorse umane, tecnologiche, e di strutture organizzative.

1. Deutsche Bank + Traxpay

Deutsche Bank ha individuato nel servizio di supply chain financing una fonte importante di sviluppo per la propria top line. Per questo la banca tedesca ha scelto di collaborare con la fintech locale Traxpay che offre soluzioni di reverse factoring per clienti corporate. L’obiettivo era creare una partnership in cui integrare le soluzioni di supply chain finance, e le tecnologie che la abilitano, nella propria gamma di offerta. La scelta di una collaborazione fintech ha permesso di farlo in maniera "plug in".

2. Banking Circle + SIA

Sia è una fintech italiana specializzata in servizi di pagamento, settore in cui è leader in Europa; Banking Circle è una banca digitale con sede in Lussemburgo e operativa globalmente, nata come fintech nel business lending e oggi dotata di licenza bancaria. Banking Circle ha scelto SIA per fornire servizi e infrastruttura per gli instant payment in Europa. Già oggi la partnership consente alle istituzioni finanziarie europee di eseguire pagamenti istantanei per versamenti massimi di 100mila euro per transazione individuale al giorno, in qualsiasi momento della giornata, 24 ore su 24 e 7 giorni su 7.

3. Banco Santander + Kabbage

La primaria banca spagnola ha investito nella fintech per offrire servizi utili a ottimizzare il capitale circolante alle piccole imprese del Regno Unito. Nel dettaglio, la collaborazione (concretizzatasi attraverso un round da 135 milioni di dollari guidato da Santander InnoVentures, insieme a ING e Scotiabank) nasce per erogare finanziamenti compresi tra 500 e 100mila sterline, con esito che viene fornito in pochi minuti e l'accesso ai fondi entro un giorno, contro le 2-12 settimane in genere richieste per l’erogazione del credito bancario. Questo è reso possibile grazie alla tecnologia della piattaforma Kabbage che determina il rischio di insolvenza mixando le metodologie bancarie con le informazioni derivanti da molteplici fonti esterne (social media, dati di pagamento, cronologia dei conti bancari).

4. Barclays+MarketInvoice

Con questa alleanza Barclays intende cambiare il modo in cui le pmi britanniche gestiscono i flussi di cassa e accelerano la propria crescita. Per questo la banca ha acquisito una significativa quota di minoranza in MarketInvoice per consentire l’accesso a forme alternative di finanza alle imprese del Paese – e non solo. Fondata nel 2011, MarketInvoice ha effettuato l’anticipo fatture per oltre 2,7 miliardi di sterline di valore. Si tratta della prima partnership strategica di una banca incumbent con una fintech. Effettuare l’anticipo fatture con i modi e i tempi del fintech è una rivoluzione per la finanza tradizionale e consente di creare liquidità nelle imprese senza appesantire la propria posizione debitoria. 

5. Sparkasse + Workinvoice

Sparkasse, la più importante banca in Alto Adige, e Workinvoice, si sono alleate con l’obiettivo di offrire alle imprese nelle regioni servite dalla banca (Trentino-Alto Adige, Veneto, Friuli Venezia Giulia, Lombardia ed Emilia Romagna) servizi finanziari  per ottimizzare la gestione del capitale circolante. I servizi sviluppati dalla fintech (invoice trading, reverse factoring, ecc.) sono perfettamente integrati nel sistema di Sparkasse e tutti saranno disponibili direttamente sulla piattaforma della banca per le aziende clienti .

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo