Quantcast

Scenari/Nordea

Come investire in periodi di incertezza

“In un orizzonte temporale di molti mesi, l'aumento dei tassi di interesse dovrebbe avere un impatto sul mercato immobiliare. Quando questo mercato si raffredda o corregge, ne potrebbe conseguire un impatto negativo sulla crescita e sui mercati finanziari, con un potenziale aumento delle possibilità di recessione.“ L’approfondimento di Sebastien Galy, senior macro strategist

L’inflazione continua a mietere vittime e i mercati sono diventati estremamente ribassisti. Alcuni segnali però suggeriscono che forse la fase peggiore sta passando. L’analisi di Sebastien Galy, senior macro strategist, cerca di fornire alcune indicazioni su cosa si orienteranno gli investitori nel prossimo contesto di mercato.


“L'indagine sui gestori di Bank of America Merryll Lynch rivela un sentiment degli investitori estremamente ribassista, con elevate quantità di liquidità, il che è in genere un segno evidente che il mercato è diventato eccessivamente ribassista e che ci attende un rally al ribasso. Il sentiment/positioning, ma forse non il momentum, tendono a suggerire che la fase peggiore stia lentamente passando. Rimane da chiedersi su cosa si orienteranno gli investitori in questo prossimo contesto di mercato: sicuramente alcuni titoli tecnologici (di alta qualità) finiranno per prevalere sugli altri, ma è probabile che la stragrande maggioranza si orienterà su società value e con un profilo di utili stabile.

La preferenza per la combinazione basso rischio/value/qualità dovrebbe confermarsi con il calare della paura.
Sebbene una pluralità di shock si stiano avvicinando al momento di picco sui mercati, essi continuano a propagarsi nell’economia attraverso una molteplicità di canali, con intensità e durata diverse, che porteranno ad altri shock sul mercato finanziario in futuro. Ad oggi, l'aumento dell'inflazione continua a mietere vittime, come dimostra la recente performance deludente della società target, poiché i consumatori più poveri non sono disposti a sostenere l'aumento dei costi (una maggiore pressione nella catena di approvvigionamento).

Quello che sappiamo di questa fase del ciclo economico è che storicamente i titoli a reddito fisso sottoperformano, mentre le azioni hanno un andamento meno chiaro. Come al solito il confronto non dà una spiegazione, ma chiarisce molto. In un contesto di tale complessità, dovremmo assistere a una maggiore prudenza da parte degli investitori nell’acquisto di azioni, soprattutto perché parte dei settori tecnologico/immobiliare/artistico rimane molto costosa. Una questione fondamentale è che i tassi di interesse finali, sia per la Fed che per la Bce, sono particolarmente incerti e molto difficili da prevedere. La Fed sarà costretta a stringere eccessivamente i tempi, causando una recessione, come molti sostengono?

La leva finanziaria è l'elefante nella stanza
Uno dei motivi per cui il mercato finanziario non si è ancora stabilizzato è probabilmente a causa dell'elevato grado di leva finanziaria presente sul mercato. Coloro che sono stati in grado di farlo hanno probabilmente preso in prestito per anni scommettendo su beni in crescita, dall'arte alla tecnologia, e non tutti possono permettersi le perdite.

Ad esempio, le Spac (Special purpose acquisition company) che acquistano aziende che hanno visto il loro momento di massimo splendore nel febbraio 2020 senza conseguenze particolarmente rilevanti, ma alla fine potrebbero avere ripercussioni sui consumi di fascia alta, sul settore immobiliare e così via.

Questi investitori di solito fanno leva sulla volatilità vendendo derivati e l'enorme impennata della volatilità delle azioni durante il mese di marzo 2020 (covid-19) è probabilmente sintomatico di questo. Lentamente ma costantemente hanno poi ripreso ad investire a leva e una parte di loro è diventata sempre più ribassista detenendo posizioni azionarie più prudenti, come Coca-Cola o Air Liquide.

In un orizzonte temporale di molti mesi, l'aumento dei tassi di interesse dovrebbe avere un impatto sul mercato immobiliare. Secondo Zillow, già il 75% degli acquirenti di case post-subprime rimpiange una decisione di acquisto affrettata e troppo costosa. Quando questo mercato si raffredda o corregge, ne potrebbe conseguire un impatto negativo sulla crescita e sui mercati finanziari, con un potenziale aumento delle possibilità di recessione. Poiché ci troviamo tra un ciclo ribassista e la sua conclusione in un momento sconosciuto, un mix di stili di investimento è probabilmente un modo conveniente per aspettare e procedere verso la prossima fase del mercato.

Il vantaggio di una combinazione di stili
Uno stile funziona bene quando anticipa un meccanismo economico e la moda del mercato. Quando ci troviamo di fronte a un'incertezza economica e finanziaria molto forte, il basso rischio, value e la qualità (quando non sono costosi) sono tipicamente molto richiesti. Tuttavia, questo mix ha probabilmente più effetto se si eliminano le aziende che si trovano in una fase matura, verso lo stadio dell'obsolescenza.

Allargando l'universo degli stili che vengono combinati, aumenta la possibilità di individuare esposizioni più complesse che non sono evidenti in un semplice esercizio di backtesting, ma lo sono di più attraverso un'analisi rigorosa.

In particolare, se i mercati registrano una flessione, si ottiene una protezione a basso rischio; se l'inflazione e i rendimenti rimangono elevati, si subisce meno l'impatto dell'aumento dei tassi d'interesse grazie ad una esposizione value; e se la situazione si risolleva, si hanno a disposizione ottime società di alta qualità (con prospettive di crescita in discesa) che molto probabilmente registreranno anch'esse una buona performance. Infine, una caratteristica importante è che le probabilità di pentirsi della propria decisione sono minori, il che, a volte, è un fattore cruciale nei periodi di incertezza.

Cosa significa?
Una combinazione di value, quality e un approccio a basso rischio che spesso si trova nelle soluzioni flessibili sono un modo per superare questa fase del mercato finanziario e prepararsi alla prossima.“
 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo