Quantcast

Scenari/Comgest

L’Europa si dimostra solida nonostante una Bce più falco

“Nel corso del mese i titoli a media capitalizzazione (indice Msci Europe Mid Cap) hanno sottoperformato le large cap (indice Msci Europe) dell’1,6% in Eur, in un contesto dominato dalle notizie relative agli elevati livelli d’inflazione e all’annuncio del rialzo dei tassi d’interesse da parte della Banca centrale europea“. L’approfondimento a cura di Franz Weis, managing director e co-responsabile delle strategie azionarie europee

L’Europa si dimostra solida nonostante una Bce più falco

L’indice Msci Europe rivela l’andamento sostanzialmente piatto del mercato europeo nel mese di maggio. L’analisi a cura di Franz Weis, managing director e co-responsabile delle strategie azionarie europee.

“A maggio il mercato europeo ha registrato un andamento sostanzialmente piatto come rileva l’indice Msci Europe. Nel corso del mese i titoli a media capitalizzazione (indice Msci Europe Mid Cap) hanno sottoperformato le large cap (indice Msci Europe) dell’1,6% in Eur, in un contesto dominato dalle notizie relative agli elevati livelli d’inflazione e all’annuncio del rialzo dei tassi d’interesse da parte della Banca centrale europea.

Alfen, nonostante le problematiche legate alla catena di fornitura, ha registrato un incremento dei ricavi su base annua (a/a) del 77% nel 1° trimestre 2022 e un aumento più che proporzionale degli utili grazie alla leva operativa. La crescita dei ricavi è stata in gran parte alimentata dal buon andamento dei sistemi di ricarica per veicoli elettrici (Ve), in progressione del 185% a/a. Ciò rispecchia la crescente diffusione dei Ve sui mercati strategici di Alfen e il successo dell’espansione internazionale del gruppo. L’ottimo avvio d’anno ha indotto il management a rivedere al rialzo le prospettive dei ricavi per il 2022 del 10%, a metà della fascia di previsione.

SimCorp ha acquisito un discreto portafoglio ordini nel 1° trimestre 2022, ma ha avuto un avvio lento in termini di crescita organica e margine Ebit (utile al lordo di interessi e tasse), avendo investito in nuovi servizi pur continuando ad avvertire l’impatto di un ciclo di vendita più lungo a causa delle restrizioni anti-covid. La società ha confermato le previsioni di crescita organica pari al 7-12% e del margine Ebit del 23-26% per il 2022 in base ad aspettative di un’accelerazione della crescita nel 2° semestre, sostenuta da un miglioramento dell’offerta in Nord America e dalla progressiva normalizzazione delle condizioni di lavoro man mano che le restrizioni anti-covid saranno revocate.

Equasens (Pharmagest) ha diffuso solidi dati di vendita per il 1° trimestre dell’anno, con ricavi “like-for-like” in rialzo del 7%. Il management prevede che la dinamica di crescita proseguirà e ha pertanto confermato i relativi obiettivi per il 2022.

Netcompany ha messo a segno una crescita organica trimestrale del 13%, anche grazie al forte sviluppo nel Regno Unito. Le prospettive per la trasformazione digitale sono incoraggianti in tutti i mercati e il management è stato rassicurante in merito alla sua capacità di continuare a reclutare talenti in un contesto caratterizzato dall’aumento degli abbandoni, pur continuando a mantenere un buon controllo dei costi a fronte dell’inflazione salariale. 

In ultimo, una menzione per Moncler che ha presentato dati solidi al “capital markets day”, mettendo in evidenza le numerose vie di crescita per i marchi Moncler e Stone Island“.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo