Quantcast

Investimenti sostenibili

Intesa Sanpaolo colloca green bond da 1 miliardo. Ed è boom di richieste

Ordini pari al doppio della disponibilità e per oltre due terzi provenienti da investitori dedicati al comparto Esg

soldi e clima

Intesa Sanpaolo ha collocato con successo un nuovo green bond senior non preferred, sul mercato istituzionale, da 1 miliardo di euro ad un livello pari a mid swap + 250bps, cedola del 4,750% e data valuta 6 settembre.

Gli ordini sono stati pari al doppio della disponibilità: il libro ordini ha superato i 2,3 miliardi di euro, raccogliendo l'interesse di circa 200 investitori e permettendo un restringimento rispetto allo spread iniziale. Nel dettaglio, ha partecipato il 74% fund managers, il 15% di banche e private banks, il 10% assicurazioni e fondi pensione.

La distribuzione geografica degli accounts evidenzia circa il 24% proveniente dall'Italia, il 22% dalla Francia, il 19% dalla Germania, il 14% dal Regno Unito, il 6% dalla Spagna, il 6% Benelux, il 4% Nordici e 3% Svizzera/Austria. Il libro ordini ha visto la partecipazione per oltre due terzi di investitori dedicati al comparto Esg.

Il nuovo green bond di Intesa Sanpaolo segue tre precedenti emissioni Senior Preferred perfezionate negli anni 2017, 2019 e 2021 che avevano rispettivamente un focus sulle energie rinnovabili, sulla circular economy e sugli edifici ecologici.

Le banche che hanno partecipato al collocamento in qualità di Joint book runner sono state - oltre a Imi-Intesa Sanpaolo - Credit Agricole Cib, Deutsche Bank, Ing, Mediobanca, Natwest Markets e Societè Generale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo