Quantcast

Vigilanza

Ocf: cancellato dall’albo il fondatore di Aigis Banca

N. Bonito Oliva, aveva dato vita insieme a Filippo Cortesi, alla startup tecnologica specializzata in cartolarizzazioni travolta dall’esposizione su Greensill Bank

GWA Scf radiata dall’albo unico dei consulenti finanziari

Con la cancellazione dall’Albo dei consulenti finanziari, avvenuta pochi mesi fa, torna a far parlare di sé Nicola Bonito Oliva, che aveva fondato, insieme a Filippo Cortesi, Aigis Banca, sottoposta poi nel maggio del 2021 dal ministro dell’Economia e delle Finanze, a liquidazione coatta amministrativa.

Il provvedimento dell’Ocf

L’Organismo di vigilanza e tenuta dell’albo unico dei consulenti finanziari, come si legge nella Delibera n. 1892 ha disposto la cancellazione applicando “il decreto del Ministero del Tesoro 11 novembre 1998, n. 472 e successive modificazioni, di adozione del regolamento recante norme per l’individuazione dei requisiti di onorabilità e di professionalità dei promotori finanziari (oggi “consulenti finanziari abilitati all’offerta fuori sede”) per l’iscrizione all’albo unico dei promotori finanziari (oggi “albo unico dei consulenti finanziari”) e in particolare la disciplina stabilita all’articolo 2 del predetto decreto ministeriale sulle situazioni impeditive all’iscrizione (e al mantenimento dell’iscrizione) all’albo unico dei consulenti finanziari”.

L’Organismo ha deliberato la cancellazione per perdita dei requisiti di iscrizione dall’albo unico dei consulenti finanziari in conseguenza della sopravvivenza di un situazione impeditiva, “visto il decreto del n. 73 del 22 maggio 2021, con cui il Ministro dell’Economia e delle Finanze, su proposta della Banca d’Italia, ha disposto la sottoposizione della Aigis Banca S.p.A. con sede in Milano, alla procedura di liquidazione coatta amministrativa”.

In sintesi, a impedire il mantenimento dell’iscrizione all’Albo è stato il ruolo ricoperto da Nicola Bonito all’interno della banca: “aveva svolto funzioni di amministrazione nella Banca nei due esercizi precedenti l’adozione del provvedimento di crisi della stessa (esercizi del 2019 e del 2020), avendo egli ricoperto l’incarico di componente del consiglio di amministrazione dal 1° febbraio 2017 – rivestendo il ruolo di vice presidente dello stesso organo dal 13 marzo 2019 – fino alla data del provvedimento di LCA (22 maggio 2021)”.

Da qui l'adozione del provvedimento, considerato che l’articolo 2, comma 1, lett. b), del D.M. 472/1998 preclude tra l’altro l’iscrizione all’albo unico dei consulenti finanziari e il mantenimento della stessa a chiunque abbia svolto in imprese sottoposte a liquidazione coatta amministrativa funzioni di amministrazione “per almeno i due esercizi precedenti l’adozione del relativo provvedimento, salvo che l’interessato dimostri la propria estraneità ai fatti che hanno determinato la crisi dell’impresa”.

La vicenda

Nata dalla ristrutturazione di GBM Banca, Aigis Banca, banca tecnologica specializzata nel credito alle piccole medie imprese e nella gestione del risparmio delle famiglia, è stata di fatto una meteora nel panorama creditizio italiano.

Presentata il 9 dicembre del 2020 dai manager Filippo Cortesi (ex Banca Sistema) e Nicola Bonito-Oliva (ex Dresdner Bank), Aigis è stata messa in liquidazione coatta amministrativa dalla Banca d’Italia sabato 22 maggio 2021. I suoi attivi e passivi sono poi passati a Banca Ifis, in un’operazione che ha coinvolto il Fondo interbancario di tutela dei depositi per complessivi 48,8 milioni di euro.

A decretare l’uscita di scena di Aigis Banca era stata la sua esposizione su Greensill Bank, fintech anglo-australiana creata da Lex Greensill, ex manager di Citigroup e Morgan Stanley.

La società, che si occupava principalmente di finanziare la catena di fornitura delle imprese ( anticipava gli incassi delle fatture e cartolarizzava i debiti in fondi di investimento) era andata in bancarotta a marzo dopo che Credit Suisse aveva rifiutato di rinnovare l’assicurazione sui suoi crediti vedendo contabilità sospette nei conti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo