Quantcast

Scenari/Comgest

Mercati asiatici: il Giappone rimane una certezza?

“L’utile operativo di marzo-maggio di Fast Retailing è cresciuto del 51% rispetto all’anno precedente e la società ha rivisto al rialzo le previsioni di crescita dell’utile operativo per l’intero esercizio fiscale portandole al 18%. Il controllo dei prezzi, l’introduzione di nuovi prodotti e i livelli delle scorte sono stati eccezionali, con gli Usa e l’Ue che hanno contrastato l’effetto del lockdown cinese.” L’approfondimento a cura di Chantana Ward, gestore del fondo Comgest Growth Asia

Mercati asiatici: il Giappone rimane una certezza?

 

La Cina ha ceduto parte delle performance positive accumulate nei mesi passati in causa del permanere delle preoccupazioni relative alla crescita del Paese, mentre il Giappone è stato uno dei mercati più forti dell’ultimo periodo, favorito dalla conferma della stabilità politica dopo la schiacciante vittoria del partito di governo alle elezioni per la Camera dei consiglieri, dall’inflazione moderata e dalla tardiva normalizzazione post-Covid. L’analisi a cura di Chantana Ward, gestore del fondo Comgest Growth Asia.

“Il Giappone è stato uno dei mercati più forti dell’ultimo periodo, favorito dalla conferma della stabilità politica dopo la schiacciante vittoria del partito di governo alle elezioni per la Camera dei consiglieri, dall’inflazione moderata e dalla tardiva normalizzazione post-Covid. La Cina, invece, ha ceduto parte delle performance positive accumulate nei mesi passati in causa del permanere delle preoccupazioni relative alla crescita del Paese. 
 
L’utile operativo di marzo-maggio di Fast Retailing è cresciuto del 51% rispetto all’anno precedente e la società ha rivisto al rialzo le previsioni di crescita dell’utile operativo per l’intero esercizio fiscale portandole al 18%. Il controllo dei prezzi, l’introduzione di nuovi prodotti e i livelli delle scorte sono stati eccezionali, con gli Stati Uniti e l’Ue che hanno contrastato l’effetto del lockdown cinese.
 
Ad aprile-giugno l’Ebitda di Nidec è cresciuto del 5%, grazie ai motori di precisione che hanno compensato un contesto difficile per la domanda di autoveicoli e alla maggiore visibilità dei progetti di motorizzazioni elettriche.
 
Tsmc ha pubblicato risultati solidi e ha rivisto al rialzo le previsioni sui ricavi per il 2022, portandole a +35% su base annua. Il dato fondamentale è che, ad eccezione di una lieve correzione delle scorte, il management non è sembrato particolarmente preoccupato per le prospettive.
 
Daikin ha sfruttato la sua forza tecnologica nelle pompe di calore con un investimento di 300 milioni di euro in Polonia per rafforzare la sua quota in questo mercato in rapida crescita.
 
In ultimo, Z Holdings integrerà i suoi siti PayPay Mall e Yahoo, consolidando le piattaforme dominanti e rafforzando il commercio elettronico e i pagamenti.”
 

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo