Quantcast

Risultati

Banca Finnat, utile netto in calo nel primo semestre

A incidere sono le rettifiche di valore nette per rischio di credito relativo ad attività finanziarie imputate a bilancio pari 3 milioni di euro

Banca Finnat entra in Hedge Invest con una quota di minoranza

Arturo Nattino, amministratore delegato di Banca Finnat

Banca Finnat archivia il primo semestre dell'anno con un utile netto di Gruppo in calo a doppia cifra:  da 2,8 milioni passa a 2,3 milioni a fine semestre 2021 (-17,5%) in considerazione di rettifiche di valore nette per rischio di credito relativo ad attività finanziarie imputate a bilancio per 3 milioni da 95 migliaia al 30 giugno 2021.

Le masse totali si attestano a 16,98 miliardi, in diminuzione del 6% rispetto alla fine dello scorso esercizio. Tale variazione - spiega la banca in una nota - è riconducibile, principalmente, al ribasso sofferto, da inizio anno, dagli indici azionari ed obbligazionari globali. Rispetto al 30 giugno 2021 il totale della raccolta ha registrato un incremento di quasi l’1%, con contestuale aumento, prossimo al 30%, nella raccolta diretta.

Il margine d’intermediazione è pari a 33 milioni contro i 33,2 milioni al 30 giugno 2021.

I costi operativi sono diminuiti del 6%, da 27,5 milioni al 30 giugno 2021 a 25,8 milioni, per un’incidenza sul margine di intermediazione scesa al 78,4% dal precedente 82,7%.

Il Cet1 capital ratio consolidato è pari al 33,7% e si confronta con il 31,1% al 31 dicembre 2021.

L'istituto di credito precisa in una nota, che le previsioni per l’esercizio 2022, elaborate dalla Banca e dalle altre società del Gruppo, sono state predisposte tenendo conto anche della grave situazione di instabilità a livello internazionale. Pertanto i risultati attesi "consentono di confermare, ad oggi, anche per il 2022, interessanti livelli di redditività e patrimonializzazione".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo