martedì, 27 Febbraio 2024

Disequità di retribuzione: Cometa fa i conti in tasca ai vertici di Siemens e Compass

Il Fondo Cometa prosegue, anche quest’anno, la sua politica di voto per difendere i diritti dei lavoratori e la sostenibilità ambientale nelle assemblee degli azionisti delle società in cui investe. L’attività è ripresa nel 2024 con il voto in Siemens e Compass, nelle quali Cometa ha ravvisato pratiche contrarie al fondamentale principio dell’equità retributiva.

“Le politiche retributive del top management – ha ricordato Riccardo Realfonzo, presidente del Fondo Cometa – è uno degli aspetti su cui più di frequente diventa necessario opporci nelle assemblee degli azionisti con il nostro voto. Troppo spesso osserviamo compensi di dirigenti fortemente disallineati rispetto alle migliori pratiche di mercato, non legati a criteri di trasparenza o obiettivi di sostenibilità e con un divario troppo ampio rispetto alle remunerazioni medie degli altri lavoratori. Proprio su questo tema abbiamo fatto sentire la nostra voce nelle assemblee degli azionisti di Siemens e Compass sostenendo la necessità di una maggiore equità retributiva”.

Nell’assemblea di Siemens, Cometa si è opposto ai compensi dell’esercizio 2022/2023, sollevando preoccupazioni sulla retribuzione del ceo. Nel 2023 la sua remunerazione complessiva è stata di 9.510.220 euro, +9% rispetto all’anno precedente e pari a 2,3 volte la mediana del settore capital goods in Europa e 122 volte la media dei salari dei dipendenti del gruppo. I suoi contributi pensionistici (56% del salario base) sono di molto superiori a quanto mediamente praticato per i dipendenti tedeschi (14%).

Cometa ha espresso voto contrario anche sulla politica di remunerazione dei componenti del consiglio di gestione nel periodo 2024-2027, evidenziando un difetto di trasparenza che non permette di determinare l’ammontare dei compensi fissi e variabili attribuiti al top management. L’unica informazione disponibile è che il compenso del ceo non potrà superare i 18,5 milioni di euro, (che tuttavia sono già superiori del 21% al tetto di circa 15,3 milioni indicato nella politica 2020-2023). Cometa rileva inoltre che il compenso massimo di quest’ultimo corrisponde a circa 238 volte i salari medi dei dipendenti, in crescita rispetto allo scorso esercizio, dove il coefficiente di incremento era di 119 volte e al di sopra della mediana di 95,5 volte riscontrata tra le società europee a maggiore capitalizzazione.

Sull’equità retributiva, il fondo ha fatto sentire la propria voce anche nell’assemblea degli azionisti di Compass, dove si è opposto ai compensi del top management per l’esercizio 2022/2023, a causa delle serie preoccupazioni sull’ammontare complessivo di quelli del ceo, pari a circa 346 volte la media di salari e stipendi dei dipendenti del gruppo. Anche in questo caso Cometa osserva un ulteriore incremento rispetto allo scorso esercizio, quando il compenso era superiore di 300 volte la media.

Condividi articolo:

Iscriviti

Popolari

Gli articoli giorno per giorno

Febbraio 2024
LMMGVSD
 1234
567891011
12131415161718
19202122232425
26272829 

Altri articoli
Correlati

Fondo Cometa contesta Apple su diritti dei lavoratori, parità di stipendi e AI

Il fondo pensione Cometa interverrà nell’assemblea degli azionisti di...

Meno fondi articolo 6 e più articolo 8 (ma tanti a rischio greenwashing)

In base al Barometro Esg, pubblicato ogni anno da...

Da Capital Group tre fondi Esg per chi investe in Europa e Asia

Capital Group emette tre fondi Esg globali e multi-tematici, progettati...