Quantcast

coronavirus | Federal Reserve

La Fed difende il nuovo taglio ai tassi d'interesse

Il governatore della Federal Reserve risponde alle critiche arrivate all'annuncio di un nuovo taglio di mezzo punto ai tassi di interesse per tamponare la crisi indotta dal coronavirus

Powell (Fed): "Taglio ai tassi non basta ma è uno stimolo importante"

Jerome Powell, governatore della Federal Rserve

Il governatore della Federal Reserve, Jerome Powell, ha indirettamente risposto allo scetticismo che molte società di gestione hanno espresso riguardo alla reale efficacia del nuovo taglio di mezzo punto percentuale ai tassi di interesse in arrivo, davanti al fenomeno Coronavirus. "Riconosciamo che questo taglio non ridurrà la diffusione dell'infezione", ha detto il governatore, come riportato dal settimanale Economist sulla sua pagina Instagram. "Sono anche consapevole che il provvedimento non aggiusterà il danno provocato alla catena di approvvigionamento delle merci. Non pretendiamo di avere tutte le risposte ma crediamo che il provvedimento della Fed sarà un importante stimolo all'economia", ha aggiunto il governatore. 

Riguardo agli effetti sull'economia, la Federal Reserve scrive oggi nel suo Beige Book: "anche se l'attività economica negli Stati Uniti è cresciuta a un ritmo tra il modesto e il moderato nelle ultime settimane", sulle prospettive pesano "l'emergenza coronavirus e le imminenti elezioni presidenziali che possono rappresentare potenziali rischi" sulla crescita.

L'attività manifatturiera, continua l'istituto, "si è espansa nella maggior parte del paese, tuttavia, a causa dell'emergenza coronavirus sono stati segnalati alcuni ritardi nella catena di approvvigionamento e diversi distretti hanno affermato che i produttori temono ulteriori interruzioni nelle prossime settimane".

leggi anche | 6 marzo: Covid-19, mercati finanziari ancora disorientati. Spread in salita

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo