Quantcast

Private equity

Quarta operazione negli Usa per Azimut Alternative Capital Partners

Siglato un accordo per acquisire una partecipazione di minoranza in BroadLight Holdings

Azimut Holding: raccolta netta in febbraio positiva per 746 milioni

Gabriele Blei, ceo del Gruppo Azimut

Azimut, tramite la controllata americana Azimut Alternative Capital Partners (Aacp), ha siglato un accordo per acquisire una partecipazione di minoranza in BroadLight Holdings, società di private equity specializzata in investimenti in società ad alta crescita e innovazione nei settori technology e consumer.

L’operazione con BroadLight rappresenta la quarta acquisizione di Aacp nel settore dei private markets. A seguito dell’operazione le masse complessive gestite dai partner nel settore degli alternativi raggiungono oltre 12 miliardi di dollari.

L’operazione prevede l’acquisto da parte di Aacp di una quota del 10% di BroadLight fondata nel 2021 dai partner David Dorfman, che ha oltre 21 anni di esperienza in investimenti nel settore della tecnologia e dei media, Rick Yorn, Ceo e fondatore di LBI Entertainment, e Kevin Yorn, socio fondatore e amministratore delegato dello studio legale Yorn Levine.

I proventi verranno utilizzati come capitale circolante per investire nel team e nello sviluppo della struttura societaria. L’investimento, a seguito del quale Azimut avrà un posto nell’advisory board, non comporterà alcun cambiamento nella strategia, nella gestione, e nell’operatività ordinaria di BroadLight.

"Nessuno conosce Hollywood meglio della famiglia Yorn", ha sottolineato Jeff Brown, Chief Executive Officer di Aacp. "BroadLight fornisce una fantastica pipeline di investimenti da primarie star del settore dell’intrattenimento, che a loro volta investiranno insieme ai clienti Azimut e aiuteranno ad accelerare la crescita delle società in portafoglio. Siamo onorati di essere loro partner e siamo entusiasti delle opportunità che questa collaborazione con il team di BroadLight ci porterà".

Gabriele Blei, Chief Executive Officer di Azimut ha aggiunto: "Questo accordo rappresenta per Azimut la quarta operazione nei private markets negli Stati Uniti in poco più di 24 mesi di attività. Il nostro obbiettivo è di continuare ad aumentare le nostre competenze all'interno di questo segmento, offrendo prodotti unici ed innovativi ai nostri clienti in tutto il mondo. Oggi il gruppo gestisce oltre 5 miliardi di dollari nell’economia reale, pari a circa il 9% delle nostre masse gestite totali, con l’obiettivo di raggiungere e superare il 15% entro il 2024. Siamo lieti di aver trovato partner come BroadLight che ci aiuteranno a raggiungere questo target. Come per le nostre altre partecipate, lanceremo veicoli tramite la nostra piattaforma lussemburghese valorizzando le capacità distributive di Azimut".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo