Quantcast

Investimenti alternativi

Nasce Gestio Alternative, la piattaforma per il private capital

La nuova società, con sede a Milano si focalizzerà su tre distinte strategie: special situations, real estate e secondary private equity. In arrivo il primo closing a 30 milioni di euro

Effetto Coronavirus: scocca l’ora degli investimenti alternativi

Nasce Gestio Alternative, piattaforma professionale per investimenti in private capital, fondata da Ennio Vitullo – ex partner di Europa Investimenti e di Apeiron Management, e ora ceo della neonata società – e Matteo Manfredi – founder e ceo di Gestio Capital, multi-family office nato dieci anni fa a Londra.

I due imprenditori vantano una consolidata esperienza nei settori del private equity e dell'asset management, sviluppato in oltre 40 anni di attività: più di 70 operazioni realizzate, circa 500 milioni di euro investiti, 4 miliardi di asset acquisiti e 2 miliardi di passività ristrutturate.

La nuova società – dedicata al private capital ed agli investimenti alternativi – si propone quale investitore professionale. Tre le strategie su cui sarà focalizzata: special situations, real estate e secondary private equity.

Il target degli investimenti sarà compreso tra i 5 e 25 milioni di euro. La società sta lavorando a un first closing da 30 milioni di euro grazie ad accordi di soft commitment in essere con alcuni investitori privati già legati al family office Gestio Capital.

Con oltre 350 miliardi di euro di Npe e 70 mila procedure d'insolvenza, l'Italia è uno dei mercati più grandi e dinamici per gli investimenti in special situations e/o in distressed assets. Per questa strategia il focus di Gestio Alternative è su asset “bloccati” in contesti complessi e/o poco efficienti (situazioni di pre-crisi o crisi aziendale, sovraindebitamento, mis-management, procedure concorsuali, passaggi generazionali, ecc.) da acquisire a sconto attraverso transazioni single name (no operazioni su portafogli con logiche statistiche) costruite ad hoc.

Per quanto riguarda il real estate, Gestio Alternative si concentrerà su progetti di sviluppo immobiliare e residenziale nell’area metropolitana di Milano, in particolare su operazioni con un valore compreso tra 5 e 15 milioni di euro di investimento, solitamente troppo piccole per i grandi investitori istituzionali.

Nel secondary private equity,  la piattaforma può far leva sul market coverage del family office Gestio Capital per offrire ai propri co-investitori opportunità off-the-market altrimenti difficilmente raggiungibili.  Negli anni Gestio Capital ha investito in società come Space X, Revolut, Emmac e OTX Ltd.

Ennio Vitullo, ceo di Gestio Alternative ha dichiarato: “Gestio Alternative nasce per distinguersi nel mercato italiano delle c.d. special situations e degli investimenti alternativi in generale, ad oggi dominato dai grandi fondi internazionali che, in quanto tali, non sono spesso in grado di comprendere appieno e gestire, dando risposte adeguate, le peculiarità del mercato italiano. Il nostro obiettivo è quello di creare un player italiano in grado di intercettare in modo professionale operazioni d’investimento comprese tra 5 e 25 milioni di euro, sulle quali è ancora possibile individuare ottime occasioni d’investimento con scarsa competition in ingresso. L’accento delle nostre operazioni è sempre posto sull’elevata protezione del capitale, per noi condizione necessaria ed imprescindibile di ogni investimento (zero tolleranza per perdite in conto capitale). Ad oggi stiamo seguendo diverse operazioni in ambito sia Special Situations che Real Estate, ed in alcune di queste siamo in esclusiva”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Economy

Caratteri rimanenti: 400

I più letti

Articolo successivo